CANDIDATO PRESIDENTE

Abruzzo. Elezioni regionali. Sara Marcozzi sarà la candidata presidente per il Movimento 5 Stelle

Vince Marcozzi di Chieti con 346 voti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

15546

Abruzzo. Elezioni regionali. Sara Marcozzi sarà la candidata presidente per il Movimento 5 Stelle


ABRUZZO. Sono stati appena pubblicati sul sito ufficiale di beppe Grillo i risultati delle votazioni per scegliere il candidato presidente che correrà alle elezioni regionali in Abruzzo.
Hanno votato solo gli iscritti certificati al M5S.
Per l'Abruzzo hanno partecipato 1.126 iscritti certificati.
Vince Sara Marcozzi, avvocato, 36 anni, del M5s di Chieti che stacca il secondo di più di 100 voti.

Questa la classifica ufficiale:
Marcozzi Sara, 346 voti
Falchi Attilio, 234 voti
De maio Massimo, 206 voti
Di cioccio Maurizio, 112 voti
Di renzo Massimo, 103 voti
Rullo Antonio Marcello, 100 voti
Altigondo Stefania, 25 voti

Concluse anche le votazioni per il Piemonte dove gli iscritti hanno votato anche i candidati consiglieri.

 LA GRILLINA ‘MODERATA’

Alla fine l’ha spuntata la grillina moderata dai toni pacati. Non è una urlatrice e ha anche un sorriso tranquillizzante. Attivista da circa due anni, avvocato di professione, impegnata tra le altre cose sui temi legati ai rifiuti è stata lei la più votata.  «Siamo contenti perché è il risultato di un lavoro di squadra», commenta a caldo con PrimaDaNoi.it, «un lavoro portato avanti con i ragazzi del Meet Up cdi Chieti e di tutto l’Abruzzo. E’ la prova che quando ci sono persone valide le quote rosa non servono e per questo siamo doppiamente soddisfatti. Il Movimento 5 Stelle ha manifestato un’altra volta una prova di maturità».

Marcozzi sarà presumibilmente l’unica candidata donna presidente alle regionali mentre al Comune di Pescara avrà una 'collega', Enrica Sabatini, anche lei espressione del M5S: «la mia presenza sarà una novità», continua, «sarò una semplice cittadina, donna, contro i vecchi della politica. Noi speriamo di portare il rinnovamento in Regione perché siamo tutti cittadini contro la vecchia politica».

Il risultato di questa sera non è arrivato del tutto inaspettato ma pare che in giornata ci sia stato qualche sentore: «oggi», ammette la candidata presidente, «ho ricevuto tantissime manifestazione di stima, messaggi privati e pubblici, anche sulla mia bacheca di Facebook. Tante persone, anche che non conosco, mi hanno scritto ‘ti ho dato il mio voto, mi ispiri fiducia’. Diciamo che ho avuto  una sensazione positiva ma il risultato finale è importante e sorprendente».

Da martedì mattina comincia la campagna elettorale, termine che però non piace ai pentastellati: «noi puntiamo all’informazione dei cittadini, non ci limiteremo a chiedere il voto,  informiamo su come stanno le cose veramente, su come  ci hanno amministrato male in questi anni e ci voteranno perché capiranno… speriamo» (ride).

Ma dove vuole arrivare il Movimento 5 Stelle? Crede di poter vincere come sostenuto sempre a suon di hashtag #vinciamonoi? «Noi partecipiamo per vincere», conclude Marcozzi, «e se riusciremo ad arrivare ai cittadini  abbiamo tutte le possibilità».

VACCA: HABEMUS CANDIDATAM

Il primo commento sui social network è stato quello del deputato Pescarese Gianluca Vacca: «per la prima volta in Abruzzo è stato scelto un candidato presidente con votazioni on line, libere, senza chiedere soldi a nessuno, senza portare truppe cammellate ai gazebo, senza promettere niente a lobbisti, imprenditori, centri di potere. Avevamo 6 candidati molto validi, tutti secondo me avrebbero potuto condurre bene questa battaglia fino a maggio, e soprattutto tutti sarebbero stati degli ottimi presidente di regione. Vuol dire che il M5S è cresciuto, che può mettere in campo delle forze incredibili che nessun altro movimento o partito può neanche sognarsi»

Alessandra Lotti