ATTO D'ACCUSA

Francavilla, Alento gas: «1 milione di euro mai distribuiti»

«Perché il Comune non ha cercato di incassare quegli utili?»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1833

Francavilla, Alento gas: «1 milione di euro mai distribuiti»




FRANCAVILLA AL MARE. Alento gas, oltre un milione di euro di utili mai distribuiti.
E’ questa la denuncia del consigliere Stefano Di Renzo (Democratici per Francavilla) che sul caso ha presentato una mozione per chiedere che quei fondi vengano subito incamenrati dal Comune e utilizzati per ristrutturare le scuole e risanare marciapiedi e strade.
«Da un’analisi della situazione contabile della società Alento gas Srl», spiega il consigliere comunale, «è emerso come la stessa negli ultimi anni non abbia ridistribuito gli utili relativi ai risultati di esercizio per una somma di oltre un milione di euro. Oltre a non comprendere a pieno le motivazioni che hanno prodotto questo stato di cose né il perché l’ amministrazione non ha cercato di incassare tali ingenti somme non si comprende , altresì, il perché non si discutano ed approvino i bilanci delle società partecipate in seno al Consiglio comunale, prassi consueta in quasi tutti i Comuni. Tale incombenza sembrerebbe essere lasciata al solo sindaco, con ovvie criticità in tema di trasparenza.
Per questo Di Renzo, insieme al collega Donato La Barba, ha presentato una mozione che impegni la giunta a porre in essere tutte le azioni possibili per incassare le somme accumulate negli anni e per riversare le stesse sia per la copertura di debiti fuori bilancio sia per la manutenzione straordinaria dei marciapiedi, delle strade e degli edifici scolastici, «priorità quest’utlima assoluta».
Infine i due consiglieri chiedono di predisporre le dovute modifiche statutarie e regolamentari per far si che i bilanci delle società partecipate vengano discusse ed approvati in Consiglio comunale, «un’operazione di trasparenza necessaria e non rinviabile».
Insieme ad una risposta politica su come utilizzare dette somme i due consiglieri comunali si aspettano anche una risposta nel merito del perché tanti soldi non siano mai stati incassati dall’Ente «magari anche solo per abbassare i costi della fornitura del gas, risposte che forse troveremo nei revisori dei Conti ai quali abbiamo girato la mozione per conoscenza e che spero diano un contributo di chiarezza a quanto sta accade».