AMMINISTRATIVE

Marco Poltrone candidato sindaco per “Mosciano Unita”

«Sarà presentato un innovativo pacchetto dedicato al lavoro. Più cultura e meno sprechi»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2178

Marco Poltrone candidato sindaco per “Mosciano Unita”

Marco Poltrone

Marco Poltrone candidato sindaco per “Mosciano Unita”
«Sarà presentato un innovativo pacchetto dedicato al lavoro. Più cultura e meno sprechi»
Mosciano sant’angelo, marco poltrone, elezioni, amministrative
 
MOSCIANO SANT’ANGELO. Sarà Marco Poltrone, architetto 46enne, il candidato sindaco di Mosciano Unita, la lista civica che si presenterà alle prossime elezioni comunali del 25 maggio per la competizione elettorale cittadina di Mosciano Sant'Angelo. 
Il candidato sindaco si presenterà alla prova elettorale con una lista senza essere ufficialmente espressione diretta di un partito politico nazionale ma «imponendosi come un nuovo soggetto politico nato per contribuire allo sviluppo di una nuova classe dirigente che amministrerà e svilupperà, sulla spinta di forti motivazioni etiche, il bene comune e quindi il comune di Mosciano Sant’Angelo».
«Mosciano Unita - ha spiegato Poltrone  - è una lista elettorale autonoma rispetto ai partiti tradizionali, con un programma che mira ad affrontare e risolvere problemi locali. E' una aggregazione innovativa nel panorama della politica dei partiti intesi in senso classico che tende a cambiare Mosciano».
Tra i punti del programma, che sarà presentato insieme alla lista a fine marzo, ecco alcune anticipazioni: il “Pacchetto Lavoro per Mosciano”, un programma pensato al “risparmio” per le aziende in difficoltà e per i disoccupati con sgravi fiscali e agevolazioni non solo economiche. Tra le priorità anche il “Cambiamento urbanistico della città”, «ormai vecchio e non funzionale», con novità nell’urbanizzazione e viabilità con l’inserimento di isole pedonali, piste ciclabili (grazie a finanziamenti europei), ristrutturazione delle piazze pubbliche e l’individuazione di edifici e posti pubblici in cui individuare, ad esempio, il “Museo della cultura e della memoria” e una biblioteca funzionale. Tra le priorità la piazza del Belvedere e tutto quello che gira intorno alla torre storica del paese (cinema, teatro e diurno).
«Non mancherà nel programma l’intenzione di ammodernare la città con la proposta della wi-fi gratuita almeno nei centri urbani», spiega ancora il candidato. 
Protagoniste nel programma di Poltrone saranno le frazioni dove Montone «sarà la “cittadella della cultura” con un rinnovato festival di teatro e di cinema da studiare insieme alle associazioni del territorio, la valorizzazione del concorso di Olio e Vino (che valorizzano il territorio e i produttori locali) attualmente molto importante ma poco conosciuto. Tematica, quella dell’agricoltura, che sarà importante anche per valorizzare  i prodotti locali che potrebbero essere una risorsa turistica per Mosciano come sta accadendo nella frazione del Convento con la nascita di vari punti di ristorazione».

 MOSCIANO SANT’ANGELO. Sarà Marco Poltrone, architetto 46enne, il candidato sindaco di Mosciano Unita, la lista civica che si presenterà alle prossime elezioni comunali del 25 maggio per la competizione elettorale cittadina di Mosciano Sant'Angelo. 
Il candidato sindaco si presenterà alla prova elettorale con una lista senza essere ufficialmente espressione diretta di un partito politico nazionale ma «imponendosi come un nuovo soggetto politico nato per contribuire allo sviluppo di una nuova classe dirigente che amministrerà e svilupperà, sulla spinta di forti motivazioni etiche, il bene comune e quindi il comune di Mosciano Sant’Angelo».«Mosciano Unita - ha spiegato Poltrone  - è una lista elettorale autonoma rispetto ai partiti tradizionali, con un programma che mira ad affrontare e risolvere problemi locali. E' una aggregazione innovativa nel panorama della politica dei partiti intesi in senso classico che tende a cambiare Mosciano».
Tra i punti del programma, che sarà presentato insieme alla lista a fine marzo, ecco alcune anticipazioni: il “Pacchetto Lavoro per Mosciano”, un programma pensato al “risparmio” per le aziende in difficoltà e per i disoccupati con sgravi fiscali e agevolazioni non solo economiche. Tra le priorità anche il “Cambiamento urbanistico della città”, «ormai vecchio e non funzionale», con novità nell’urbanizzazione e viabilità con l’inserimento di isole pedonali, piste ciclabili (grazie a finanziamenti europei), ristrutturazione delle piazze pubbliche e l’individuazione di edifici e posti pubblici in cui individuare, ad esempio, il “Museo della cultura e della memoria” e una biblioteca funzionale. Tra le priorità la piazza del Belvedere e tutto quello che gira intorno alla torre storica del paese (cinema, teatro e diurno).«Non mancherà nel programma l’intenzione di ammodernare la città con la proposta della wi-fi gratuita almeno nei centri urbani», spiega ancora il candidato. Protagoniste nel programma di Poltrone saranno le frazioni dove Montone «sarà la “cittadella della cultura” con un rinnovato festival di teatro e di cinema da studiare insieme alle associazioni del territorio, la valorizzazione del concorso di Olio e Vino (che valorizzano il territorio e i produttori locali) attualmente molto importante ma poco conosciuto. Tematica, quella dell’agricoltura, che sarà importante anche per valorizzare  i prodotti locali che potrebbero essere una risorsa turistica per Mosciano come sta accadendo nella frazione del Convento con la nascita di vari punti di ristorazione».