LA CRISI

Ortona, Coletti (Pd): «maggioranza solida e programma concreto, ce la faremo»

Contesta la posizione di Idv e Sel: «hanno sposato un programma che oggi contestano»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1719

Tommaso Coletti

Tommaso Coletti

Ortona, Coletti (Pd): «maggioranza solida e programma concreto, ce la faremo»
Contesta la posizione di Idv e Sel: «hanno sposato un programma che oggi contestano»
Ortona, tommaso coletti, italia dei valori, consiglio comunale
ORTONA. «Una maggioranza a 9 su diciassette, con consiglieri di opposizione  che votano contro anche sulle cose che hanno condiviso, diventa più complesso da gestire ma ci organizzeremo». 
Ostenta tranquillità il capogruppo del Pd in Consiglio comunale Tommaso Coletti dopo che negli ultimi due giorni il Consiglio è saltato per ben due volte a causa della mancanza del numero legale. 
L’opposizione chiede alla giunta D’Ottavio di tornare a casa ma la maggioranza è convinta di riuscire a spuntarla. «Non si riesce a comprendere cosa desidera l’Idv», fa notare Coletti, «metà in maggioranza e metà in minoranza. Quando fuori dalla maggioranza c’era solo Sel, gli attuali dirigenti di questa forza politica non si sono posti il problema di cui oggi vogliono farne  un  cavallo di battaglia».
L’ex senatore assicura che l’attuale maggioranza, formata da Udc e Pd , «sta concretizzando un programma amministrativo condiviso e sottoscritto dagli stessi che oggi protestano solamente perchè fuori dalla Giunta.  Forse sarebbe più interessante approfondire le ragioni per le quali il sindaco ha modificato l’assetto di Giunta  impegnando l’Idv con una rappresentanza molto qualificata come la presidenza del Consiglio Comunale affidata a Ilario Cocciola».
Coletti assicura che gli esponenti della maggioranza si «organizzeranno» per garantire di volta in volta  la presenza di tutti e nove i consiglieri necessari e che non ci si discosterà dal programma del centrosinistra, condiviso da Idv e Sel, con il quale d’Ottavio si è presentato alle elezioni di maggio 2012 raccogliendo il 75% dei consensi.
«La realizzazione del campo sportivo in erba sintetica è in corso di realizzazione», spiega il capogruppo del pd, «la sistemazione del palazzetto dello sport di Caldari si appalterà nei prossimi giorni, il rapporto con il mondo della scuola e quello dei servizi sociali è molto soddisfacente  a detta degli utenti, la sistemazione di alcune strade delle frazioni per un importo di 300.000 euro è in corso di esecuzione, la rete metanifera nella contrada foro è in corso di appalto, la fogna a Rogatti è in fase di esecuzione, il finanziamento per il dragaggio del porto è stato disposto e partirà a giorni la procedura per utilizzare i nove milioni e mezzo di euro. E poi la società Ortona Ambiente è stata riorganizzata e la città è più pulita, la Postilli Riccio è stata completata e si sta studiando il sistema per realizzare le opere di urbanizzazione di una zona destinata a sviluppo turistico».
Insomma Coletti promuove la giunta D’Ottavio: «sono tutte attività che erano previste nel programma del centrosinistra e non riesco a capire  perchè  parte dell’Idv  dovrebbe non condividerle. Nell’impegno politico è necessario pensare prima alle ragioni della collettività e poi a quelle di Partito o personali».

ORTONA. «Una maggioranza a 9 su diciassette, con consiglieri di opposizione  che votano contro anche sulle cose che hanno condiviso, diventa più complesso da gestire ma ci organizzeremo». 
Ostenta tranquillità il capogruppo del Pd in Consiglio comunale Tommaso Coletti dopo che negli ultimi due giorni il Consiglio è saltato per ben due volte a causa della mancanza del numero legale. L’opposizione chiede alla giunta D’Ottavio di tornare a casa ma la maggioranza è convinta di riuscire a spuntarla. «Non si riesce a comprendere cosa desidera l’Idv», fa notare Coletti, «metà in maggioranza e metà in minoranza. Quando fuori dalla maggioranza c’era solo Sel, gli attuali dirigenti di questa forza politica non si sono posti il problema di cui oggi vogliono farne  un  cavallo di battaglia».L’ex senatore assicura che l’attuale maggioranza, formata da Udc e Pd , «sta concretizzando un programma amministrativo condiviso e sottoscritto dagli stessi che oggi protestano solamente perchè fuori dalla Giunta.  Forse sarebbe più interessante approfondire le ragioni per le quali il sindaco ha modificato l’assetto di Giunta  impegnando l’Idv con una rappresentanza molto qualificata come la presidenza del Consiglio Comunale affidata a Ilario Cocciola».Coletti assicura che gli esponenti della maggioranza si «organizzeranno» per garantire di volta in volta  la presenza di tutti e nove i consiglieri necessari e che non ci si discosterà dal programma del centrosinistra, condiviso da Idv e Sel, con il quale d’Ottavio si è presentato alle elezioni di maggio 2012 raccogliendo il 75% dei consensi.

«La realizzazione del campo sportivo in erba sintetica è in corso di realizzazione», spiega il capogruppo del pd, «la sistemazione del palazzetto dello sport di Caldari si appalterà nei prossimi giorni, il rapporto con il mondo della scuola e quello dei servizi sociali è molto soddisfacente  a detta degli utenti, la sistemazione di alcune strade delle frazioni per un importo di 300.000 euro è in corso di esecuzione, la rete metanifera nella contrada foro è in corso di appalto, la fogna a Rogatti è in fase di esecuzione, il finanziamento per il dragaggio del porto è stato disposto e partirà a giorni la procedura per utilizzare i nove milioni e mezzo di euro. E poi la società Ortona Ambiente è stata riorganizzata e la città è più pulita, la Postilli Riccio è stata completata e si sta studiando il sistema per realizzare le opere di urbanizzazione di una zona destinata a sviluppo turistico».Insomma Coletti promuove la giunta D’Ottavio: «sono tutte attività che erano previste nel programma del centrosinistra e non riesco a capire  perchè  parte dell’Idv  dovrebbe non condividerle. Nell’impegno politico è necessario pensare prima alle ragioni della collettività e poi a quelle di Partito o personali».