UNDER PRESSURE

Chieti. Tasse, prove tecniche di riduzione e rateizzazione

Melideo: «non aumenterà la pressione fiscale»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1644

Chieti. Tasse, prove tecniche di riduzione e rateizzazione




CHIETI. Riunione ieri in Comune a Chieti per analizzare i meccanismi di funzionamento del nuovo sistema tributario introdotto dalla Iuc (Imposta Unica Comunale), la tassa composta da Tasi (tassa servizi indivisibili), Tari (tassa rifiuti) e Imu secondaria.
Alla riunione hanno partecipato l’assessore al Bilancio Roberto Melideo, i dirigenti della Teateservizi ed il presidente della I Commissione Bilancio, Mario De Lio.
«E’ emersa chiara», spiega l’assessore, «la volontà dell’amministrazione del sindaco Di Primio di far sì che la pressione fiscale non aumenti nel 2014. Ciò sarà possibile in quanto non dovremo inserire, nel piano finanziario, gli oneri di post chiusura della discarica di Casoni dovuti alla ditta Deco (circa 4 milioni di euro) che il Comune non aveva versato dal 2007 e che la nostra amministrazione è stata costretta a pagare nel 2013».
Si stanno studiando modalità di rateizzazione delle imposizioni locali che devono compensare la radicale riduzione di trasferimenti statali voluta dal governo centrale per la piena attuazione del federalismo municipale.
Una mano potrà arrivare dai buoni risultati conseguiti con la raccolta differenziata, come è stato fatto capire ieri.
«Relativamente alla Tari – ha infatti spiegato il presidente Costantini – grazie ai successi raggiunti dalla Raccolta differenziata e all’adempimento di gravose pendenze finanziarie purtroppo ereditate, nel 2014 ci sarà una sensibile riduzione del tributo rispetto al 2013, specie nei confronti delle attività produttive, soggette ad un enorme carico fiscale dettato dallo Stato centrale».

«La Commissione – hanno concluso l’assessore Melideo e il Presidente Costantini - ha voluto ribadire l’attenzione dell’Amministrazione Comunale nei confronti del contesto produttivo cittadino, in particolare delle piccole e medie imprese schiacciate dal peso delle imposte. Tale impegno è stato, peraltro, sottolineato dalla presenza del sindaco Di Primio al fianco degli operatori commerciali di Chieti durante la recente manifestazione nazionale svoltasi a Roma».