VERSO LE ELEZIONI

Comunali Pescara, è ancora incertezza sui candidati tra primarie e sondaggi

Per Testa oggi l’ultimo giorno per ritirare dimissioni

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3340

Comunali Pescara, è ancora incertezza sui candidati tra primarie e sondaggi




PESCARA. Mentre i partiti politici si organizzano per tirare fuori il miglior candidato possibile ce n’è già uno pronto ai blocchi di partenza che aspetta impaziente i suoi ‘rivali’.
E’ Vincenzo Serraiocco, ex assessore della giunta Mascia in quota Udc, oggi candidato sindaco con il Centro democratico
La sua personale campagna elettorale è partita il 17 dicembre distanziando di mesi i colleghi ancora indaffarati in lavori di segreterie politiche per sciogliere i nodi.
Nel centrodestra è scontro a colpi di frecciate su Facebook tra il sindaco uscente Luigi Albore Mascia (sostenuto da Forza Italia) e l’ex presidente della provincia, Guerino Testa. Per lui oggi è l’ultimo giorno utile per ritirare le dimissioni.
Tra i due litiganti potrebbe spuntarla Berardino Fiorilli, attualmente vice sindaco e assessore al Traffico, ma si pensa anche a Carlo Masci, attuale assessore regionale al Bilancio, sempre che per lui non ci sia la sfida più importante delle regionali. Nel centrodestra c’è poi l’ipotesi primarie, caldeggiate da Udc e Nuovo Centro Destra: lasciare la parola agli elettori per non sbagliare.
Il centrosinistra farà le primarie il prossimo 9 marzo contestualmente a quelle per la scelta del candidato presidente della Regione Abruzzo (contributo di 50 centesimi per ogni voto).

I nomi in ballo sono almeno cinque, ma nelle prossime settimana non si esclude una scrematura o qualche nuova aggiunta. In pole position Moreno Di Pietrantonio, la deputata Vittoria D’Incecco, l’ex vicepresidente della giunta regionale Enrico Paolini e i consiglieri comunali Gianluca Fusilli e Antonio Blasioli. Su di loro sarebbe stato commissionato anche un sondaggio, affidato alla società Ipsos di Nando Pagnoncelli. Ma nelle ultime ore spunta anche il nome di Daniele Toto (sabato presenterà la lista civica Abruzzo Liberale). D’Incecco, secondo quanto riferisce il Messaggero, sarebbe pronta a sostenere una sua candidatura nelle fila del centrosinistra.
Intanto a guardare, come detto, c’è Serraiocco che vorrebbe confrontarsi con gli altri candidati: «Non si può più concepire l’ atteggiamento dei partiti principali che sono troppo presi nelle beghe interne e pensano solo alle lotte tra questo o quel nome». Serraiocco continua così il confronto con i cittadini in giro tra le strade di Pescara « I cittadini sono lontani anni luce dal dibattito cui si assiste nelle sagrestie dei partiti e senza proposte vere i nomi non servono. Pescara ha bisogno di amministratori a tempo pieno che siano pronti a dedicare le proprie energie per risolvere i problemi e non perda tempo nelle battaglie di corrente. Anch’io ho lanciato un sondaggio sulle cose da fare a Pescara. Mi rispondono tutti con la stessa frase: Mandare a casa i vecchi politici e creare lavoro».