POLITICA

Civitella del Tronto, arrivano i “Comitati di frazione”

«Un nuovo modo di fare politica»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2184

Civitella del Tronto, arrivano i “Comitati di frazione”

CIVITELLA DEL TRONTO. Una nuova forma di partecipazione dei cittadini alla politica con l'istituzione dei “Comitiati di frazione”.

Un progetto realizzato a pochi mesi dall'insediamento della giunta guidata dal sindaco Cristina Di Pietro. Nell'ultimo consiglio comunale sono stati nominati infatti i componenti dei comitati di frazione. Nuovi organismi di partecipazione popolare che avranno il compito di valorizzare le specifiche istanze presenti sul territorio. «La scelta Cittadini in Comune non era casuale – spiega il sindaco Di Pietro – proprio perchè avevamo pensato a una forma di partecipazione dei cittadini alla vita amministrativa». Chiara la volontà della maggioranza di aprirsi al territorio. Un'impostazione che però le forze di opposizione non hanno voluto condividere scegliendo di non nominare i loro rappresentanti. 

«Nell'ultima assise civica – argomenta il sindaco - ancora una volta in maniera strumentale il consigliere di minoranza Zunica ha sostenuto l'illegittimità della nomina dei comitati perchè occorreva modificare il regolamento ovvero una delle due possibilità da me proposte in sede di conferenza dei capigruppo».

L'altra possibilità indicata dal sindaco Di Pietro era quella di riaprire i termini per 10-15 giorni in modo tale che anche la minoranza potesse interpellare la cittadinanza eleggendo i loro rappresentanti.

«Di fronte a queste mie proposte il consigliere Zunica mi disse che non c'era né la necessità di riaprire i termine né l'intenzione di nominare i loro rappresentanti. Perfino gli altri due consiglieri Tucci e D'Alessio hanno confermato in consiglio che Zunica si era opposto sia all'una che all'altra ipotesi. La conferenza dei capigruppo è un organo ufficiale che ha la sua valenza – tiene a precisare il sindaco - Invito quindi il consigliere Zunica ad essere più serio e coerente in Consiglio comunale. Colgo invece l'occasione per ringraziare l'assessore Barbara D'Alessio per l'impegno profuso. Per l'intera maggioranza resta in ogni caso la soddisfazione di aver concretizzato in pochi mesi uno degli obiettivi fondamentali: dare la possibilità ai cittadini di dire la loro e non essere interpellati soltanto fra 5 anni quando si tornerà al voto. Sperimentiamo un nuovo modo di fare politica».