IL RITORNO

Sisma Aquila: Gabrielli contro Cialente, «basta attaccare Protezione Civile, fai i nomi»

«Strumentalizza il lavoro di migliaia di persone»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3975

Sisma Aquila: Gabrielli contro Cialente, «basta attaccare Protezione Civile, fai i nomi»




L’AQUILA. Il sindaco dell'Aquila Massimo Cialente ha programmato una serie di incontri col territorio per riprendere in mano l’amministrazione comunale.
Ieri pomeriggio ha incontrato il coordinamento dei disabili, per l'area delle associazioni di volontariato; oggi alle 11, i coordinatori delle aree omogenee del cratere; sempre oggi, alle 15, le associazioni di categoria ed i sindacati. Sara' poi la volta di un incontro con la rettrice dell'Universita', Paola Inverardi (lunedì), poi con gli ordini professionali, le associazioni di volontariato, le associazioni studentesche.
L’obiettivo è quello di ristabilire un dialogo e magari anche sotterrare le varie asce di guerra in nome del bene della città.
Intanto ieri è arrivato un duro attacco di Franco Gabrielli rivolto proprio oggi al primo cittadino. «Ancora oggi - scrive - ho letto dichiarazioni nelle quali continui ad additare la Protezione Civile come incubatore di tutte le presunte malefatte del territorio. E' una costante che ascolto da troppo tempo e credo sia giunto il momento di dire basta».
Alla lettera è allegata, «per rinfrescare la memoria», la trascrizione di quanto dissero Cialente e l'allora presidente della Provincia Pezzopane al passaggio di consegne tra Dipartimento e Regione. 

«Cosa hai in mente quando ti riferisci alla Protezione civile?» chiede al sindaco Gabrielli, ricordando che il sistema di protezione civile è fatto di migliaia di uomini e donne che «non meritano di essere utilizzati, a piacimento, per coprire manchevolezze altrui».
Dunque, invece che «infangare l'intero Sistema», dice Gabrielli, «ti invito a fare nomi e cognomi: la separazione tra il 'tutti' è le 'pecore nere' non può valere solo per L'Aquila. Nel capoluogo abruzzese - prosegue - ci sono stato dal 7 aprile 2009 al 15 maggio 2010 e credo di poter testimoniare come si comportavano gli 'amici' di ieri e i 'nemici' di oggi: sono sempre pronto a un confronto pubblico per tutelare l'onorabilità di chi ha lavorato e lavora nel solo interesse del Sistema nazionale della Protezione civile».
Per questo motivo, Gabrielli invia al sindaco, «al fine di rinfrescare la memoria», una parte della trascrizione del discorso che Cialente e l'allora presidente della provincia Stefania Pezzopane, oggi senatrice del Pd, fecero in occasione della cerimonia pubblica del passaggio di consegne tra la struttura commissariale guidata dal Dipartimento della Protezione civile e quella del Presidente della Regione Abruzzo. Un discorso in cui Cialente disse tra l'altro di dover ringraziare «soprattutto la Protezione Civile, che io chiamo come sistema». «Credo sia la testimonianza più evidente - conclude Gabrielli - di come, in base alle necessità, si strumentalizzi il lavoro svolto da migliaia di persone per bene per coprire deficit altrui».