CONTI IN COMUNE

San Giovanni Teatino, «tagli e riduzione dei costi permetteranno di abbassare le tasse»

Tre figure dirigenziali soppresse, affitti rescissi per locali comunali, azzeramento dei costi per i dipendenti della Farmacia Comunale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1901

Il Comune di San Giovanni Teatino

Il Comune di San Giovanni Teatino







SAN GIOVANNI TEATINO. «Un vero e proprio “regalo di fine anno” ai nostri cittadini».
Così il sindaco, Luciano Marinucci, ha commentato la manovra di bilancio che consentirà al Comune di risparmiare nel 2014 ben 600 mila euro, grazie ad una mirata politica di abbassamento dei costi e tagli nella macchina amministrativa.
«Abbiamo attuato anche noi – ha spiegato il primo cittadino – una vera e propria spending review, che ha dato straordinari risultati: in primo luogo abbiamo pensato di spendere di meno sui costi della macchina amministrativa, approvando una ristrutturazione profonda dell’organizzazione del municipio, rinunciando alle figure dirigenziali, che erano tre, risparmiando 280 mila euro all’anno. Una scelta doverosa, che tiene conto del fatto che solo San Giovanni Teatino aveva tre dirigenti in un Comune di meno di 15 mila abitanti: la vicina Spoltore, per esempio, che di abitanti ne conta 19 mila, non ha mai avuto figure dirigenziali nella macchina amministrativa comunale».
«Poi abbiamo cancellato», continua Marinucci, «120 mila euro annui di affitti vari, per locali che contenevano strutture dell’amministrazione comunale che ora, con una più oculata distribuzione, sono rientrati in un piano di razionalizzazione. E nel 2014 continueremo per assicurare maggiori risparmi. Con la vendita della Farmacia Comunale, San Giovanni Teatino risparmierà circa 170 mila euro di stipendi che erano erogati ai dipendenti della struttura: ora i dipendenti sono stati riassunti dalla nuova proprietà alle stesse condizioni contrattuali e la cittadinanza comunque non ha visto il servizio interrompersi. Un’operazione che ha sgravato il Comune di costi, oltre al prezzo di vendita della Farmacia stessa, pari ad oltre 1,5 milioni di euro da noi incassati. Infine, con la rinegoziazione dei contratti del personale impiegato nella società partecipata FbTributi e con l’accordo dei dipendenti risparmieremo, 35 mila euro annui, con i quali rimoduleremo la dotazione organica delle partecipate».
Tutti i risparmi conseguiti serviranno in parte per rallentare la pressione fiscale sui cittadini ed in parte per migliorare il servizio della macchina amministrativa agli utenti.
«Sono orgoglioso», chiude il primo cittadino, «di aver mantenuto fede ad uno degli impegni che avevo preso, insieme alla mia maggioranza, nei confronti dei cittadini: la riduzione dei costi della macchina amministrativa, che è stata fatta anche scardinando abitudini consolidate e rendite di posizione che da tempo sembravano inamovibili».