POLITICA

San Salvo, maggioranza Magnacca arretra sul caso Icea

Opposizione all’attacco: «amministrazione inadeguata»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1850

San Salvo, maggioranza Magnacca arretra sul caso Icea

Tiziana Magnacca




SAN SALVO. Crea ancora tensioni il caso Icea, lontano da una risoluzione immediata.
Il tribunale ha condannato il Comune di San Salvo a pagare in favore del consorzio Icea 1.557.229 euro oltre interessi di rivalutazione e spese legali per la complessiva somma di 3.774.000 euro e la politica è in fibrillazione.
La maggioranza Magnacca ha parlato nei giorni scorsi di una «pesante eredità del passato» (e in effetti la storia è cominciata 30 anni orsono) e puntava fino a qualche giorno fa ad approvare in Consiglio una delibera che riconoscesse questa cifra come debito fuori bilancio, evitando il dissesto finanziario.
Poi giovedì la delibera è stata ritirata e si è saputo che il Comune cercherà un accordo con il consorzio. Non sono passate inosservate le troppe assenze nelle fila della maggioranza (Fabio Raspa, Luciano Torricella e Filomena D'Addario) e gli scranni vuoti dell’opposizione (Domenico Di Stefano, Gabriele Marchese e Nicola Sannino).
Il Pd attacca: «l'amministrazione comunale ancora una volta, ha dimostrato la sua inadeguatezza al governo della città. «Si è preso atto - sottolineano il segretario, Gennaro Luciano, e i consiglieri comunali democratici - delle dimissioni dal suo gruppo del consigliere Fabio Raspa e dell’assenza di ben altri due consiglieri di maggioranza. Evidentemente già tra gli stessi vi era chi immaginava la pericolosità della delibera; prontamente rimarcata dal gruppo consiliare del Partito democratico, al quale va riconosciuto di avere al di là di ogni dubbio chiarito la questione e messo al riparo l’ente da conseguenza finanziarie gravissime».

«Alla prima prova seria questa Amministrazione di centrodestra ha mostrato tutta la sua debolezza e tutte le divisioni al suo interno», denuncia San Salvo Democratica. «In merito al contenzioso con l’Icea registriamo due note importanti. La prima è che durante la ricostruzione fatta del Sindaco c’è stata da parte della stessa l’ammissione che “la vicenda è sempre stata trattata in modo pienamente legittimo e corretto dalle amministrazioni precedenti”. Il secondo punto è che la maggioranza, con solo otto consiglieri, ha dovuto ammettere ed approvare la richiesta di sospensiva proposta dalle minoranze e ha dovuto rinviare il punto dall’ordine del giorno con l’incarico al sindaco di trovare un accordo con i soci Icea. Come già dimostrato in passato, e pubblicamente confermato dal sindaco, SanSalvoDemocratica continuerà sulla questione Icea a tutelare l’interesse pubblico generale e a garantire lo sviluppo sociale ed economico della nostra città in condizioni di parità di diritti e doveri per tutti gli imprenditori e per tutti i cittadini».