LA PROTESTA

Antenna Raiano, Pd protesta: «il sindaco intervenga per tutelare i cittadini»

«Amministrazione comunale immobile»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1599

Antenna Raiano, Pd protesta: «il sindaco intervenga per tutelare i cittadini»




RAIANO. Il circolo di Raiano del Partito Democratico, in merito alla installazione dell’antenna Vodafone nei pressi di via Caravaggio, esprime il sostegno alle preoccupazioni dei cittadini ed al Comitato spontaneo che si è costituito.
Questa vicenda segue di pochi mesi quella di un analogo piano antenne della Telecom localizzato nei pressi della scuola elementare.
«È prioritaria la tutela della salute e della sicurezza delle persone», dicono gli esponenti del Pd. «Solo dopo vengono le esigenze economiche e finanziarie delle società di telefonia. Le ragioni tecniche e tecnologiche, se realmente esistenti, vanno coniugate con l’interesse pubblico».

«Il sindaco, che è a tutti gli effetti un pubblico ufficiale», chiede il partito di opposizione, «non scherzi col fuoco ma si impegni a tutelare gli interessi della collettività raianese in modo responsabile e serio. Dispiace infatti che l’Amministrazione Comunale, come già sei mesi fa per l’antenna Telecom, stia ferma a guardare. Sei mesi fa il diniego alla Telecom era stato un provvedimento non degli amministratori ma solo dei tecnici (dello Sportello Unico per le Attività Produttive e della Commissione Edilizia); oggi, di nuovo, ancora nessuna iniziativa politica sull’antenna Vodafone».
Il Pd ricorda poi la delibera consiliare n° 20 del luglio 2013: «il primo cittadino verifichi se i nuovi impianti proposti siano già vietati dal regolamento comunale del 2001 o, in caso contrario, proponga al Consiglio Comunale le necessarie integrazioni. Se lo avesse fatto il problema dell’antenna Vodafone sarebbe stato diverso. Noi non vogliamo che, a seguito di una sentenza del Tar, le società telefoniche possano fare installazioni selvagge di antenne all’interno del centro abitato».