IGIENE PUBBLICA

Rifiuti Montesilvano, a gennaio parte il servizio della Tradeco

Comune e azienda si confrontano alla vigilia della partenza

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2809

Rifiuti Montesilvano, a gennaio parte il servizio della Tradeco



MONTESILVANO. Dopo la firma del contratto tra il Comune di Montesilvano e l’azienda Tra.De.Co avvenuta lo scorso 16 novembre, per la gestione del servizio di rifiuti ed igiene ambientale della citta', procede a ritmo spedito, tutto l’iter che porterà presumibilmente nel mese di Gennaio al completamento del percorso e all’attuazione del servizio.
In settimana c’è stato l’incontro presso gli uffici del comune tra la Ecoemme, precedente gestore del servizio, la Tra.De.Co, le sigle sindacali CGIL e UGL, e i vertici comunali.
Primo punto all’ordine del giorno è stato quello relativo al personale della Ecoemme, quantificato in numero 46 unità, operante sul territorio di Montesilvano che verrà completamente assorbito dal nuovo gestore. Terminato il produttivo dibattito con i sindacati, Comune e Tra.De.Co si sono confrontati e hanno condiviso la parte programmatica relativa alla fase di StartUp del servizio.
Si è poi passati a trattare gli argomenti relativi ai tre centri di raccolta, che sorgeranno in centro, in zona Vestina e in zona Santa Filomena, alle specificità relative alle sei differenti tipologie di cassonetti, carta, plastica, vetro, organico, metalli, e pattume indifferenziato, per le utenze domestiche, e al servizio di raccolta porta a porta per le attività commerciali.
Affrontato anche l’argomento relativo alla raccolta domiciliare a chiamata per rifiuti diversi e la raccolta in loco in occasione di mercati e manifestazioni e dei rifiuti cimiteriali. Molte le novità del nuovo servizio: tra le altre, l’istituzione presso i principali uffici pubblici di 80 contenitori per la raccolta dei toner usati.
«Un incontro proficuo» – ha sottolineato a margine del tavolo, il primo cittadino Attilio Di Mattia – «che ha visto il favorevole riscontro dei sindacati sulla questione dipendenti, e dal quale è emerso a venti giorni dalla firma del contratto, un ottimo stato di avanzamento dei lavori».