POLITICA

Unione Comuni Colline Teatine, ultimo Consiglio e ok al bilancio 2013

Dal 2014 cambia tutto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1590

Unione Comuni Colline Teatine, ultimo Consiglio e ok al bilancio 2013





ABRUZZO. L’Unione dei Comuni delle Colline Teatine approva il bilancio di previsione 2013.
È quanto emerso nel corso del Consiglio che si è tenuto ieri sera a Ripa Teatina, dove i sindaci dei sette Comuni facenti parte dell’Unione si sono riuniti in un’assise “speciale”.
Quello di ieri è stato, infatti, l’ultimo Consiglio che vedrà riuniti insieme sugli scranni i primi cittadini, in quanto, a partire da gennaio 2014, l’Unione dei Comuni delle Colline Teatine cambia veste. È di alcuni mesi fa la decisione di Tollo, Vacri, Ripa Teatina e Villamagna di uscire dall’ente, di cui, pertanto, a partire dal nuovo anno faranno parte esclusivamente i Comuni di San Martino sulla Marrucina, Casalincontrada e Casacanditella.
Tra le linee prioritarie alle quali l’Unione destinerà i suoi fondi c’è senza dubbio il progetto di videosorveglianza, un intervento dal costo complessivo di 190mila euro che sarà in parte coperto con un contributo a carico della Regione Abruzzo di 150mila euro.
Approvato all’unanimità, il bilancio prevede anche la possibilità di completare e stabilizzare il percorso dell'Unione con una serie di spese inserite in alcuni capitoli relative ai servizi in forma associata, quali ad esempio il contrasto al randagismo o la Protezione Civile.
«La videosorveglianza – commenta in merito il presidente del Consiglio dell’Unione Ignazio Rucci – è divenuta oggi uno strumento indispensabile, nelle città, nei Comuni piccoli e grandi, alla tutela della sicurezza pubblica e al contrasto della criminalità. Una parte integrante dell’arredo urbano, come i lampioni, le panchine, i semafori. Per questo c’è grande soddisfazione nella possibilità per la nostra Unione di realizzare il progetto in programma, che, soprattutto alla luce dei fatti di microcriminalità che hanno reso protagonisti alcuni dei nostri Comuni, fornirà alle amministrazioni un utilissimo strumento per rispondere al bisogno sempre più crescente di sicurezza e rispetto della legalità»