PETROLIO E VELENI

Ombrina Mare, Febbo all’attacco: «D’Ottavio è a favore della petrolizzazione»

L’assessore replica a Coletti: «provasse a fare chiarezza all’interno del Pd»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2148

Ombrina Mare, Febbo all’attacco: «D’Ottavio è a favore della petrolizzazione»

Mauro Febbo

ORTONA. «Non c’è nessuna errata interpretazione su quanto dichiarato dal sindaco di Ortona D’Ottavio e sulla sua posizione rispetto a Ombrina Mare. Il primo cittadino, come già sottolineato a più riprese, nel corso dell’intervista rilasciata sul Parco della Costa teatina, è apparso possibilista e la difesa d’ufficio operata da Coletti appare quanto mai tardiva».

Questo è quanto dichiara l’assessore regionale alle Politiche agricole Mauro Febbo dopo che Tommaso Coletti ha difeso il primo cittadino ortonese e spiegato che sarebbe stato frainteso.
Ma l’assessore regionale non crede a questa ipotesi: «non sono solo io a dirlo ma questa è la stessa interpretazione che hanno dato altri esponenti politici, vedi Acerbo, e dei movimenti ambientalisti che non hanno fatto altro che rimarcare quanto io stesso avevo evidenziato nei giorni scorsi. Abbiamo potuto registrare numerose debolezze e contraddizioni nelle posizioni di alcuni esponenti del Pd sul tema della petrolizzazione e sviluppo nella nostra Regione. Ritenevo infatti imbarazzante, inspiegabile e in piena contraddizione la posizione assunta da autorevoli esponenti del partito come un ex Ministro della Repubblica, Cesare Damiano, il deputato della provincia di Chieti Maria Amato e il sindaco di Cupello nonché candito alle ultime primarie Angelo Pollutri. Che la posizione del Pd sia molto ambigua lo si comprende anche dalla mancata presa di posizione proprio del Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato. E’ il caso di fare chiarezza e dire agli elettori di centrosinistra (e non) quale futuro per l’Abruzzo intendono costruire per le future generazioni. Non è corretto e soprattutto coerente cambiare le carte in tavola proprio adesso che abbiamo intrapreso una strada diversa e innovativa proprio nello sviluppo dell’agricoltura. Questa è ulteriormente confutata dalle esternazioni del sindaco D’Ottavio».

«Quelli che registriamo costantemente però – rimarca Febbo - sono gli attacchi continui ai quali è sottoposto questo Governo regionale che a differenza di altri sulla petrolizzazione ha le idee chiarissime, come ha sottolineato nei giorni scorsi il Presidente Gianni Chiodi ribadendo la nostra opposizione all’impianto Ombrina Mare 2 nel cui caso gli svantaggi sono superiori ai vantaggi. Voglio ricordare anche la questione del Centro Oli di Ortona al quale ci siamo opposti a differenza di chi, come Ottaviano Del Turco e della sua Giunta, era ben lieto di accogliere il progetto dell’Eni in un’area ad alta vocazione agricola. Quelle che mi aspetto da chi attacca e critica in modo costante e pretestuoso – conclude Febbo sono delle risposte. Risposte che a oggi il PD non è riuscito a dare e per questo Tommaso Coletti piuttosto che tentare in modo goffo di mettere una pezza alle esternazioni del suo sindaco, si impegnasse per fare chiarezza e ci facesse sapere qual è la posizione univoca del suo partito».