LA MISSIVA

Sanità, sindaco Di Mattia scrive a D’Amario: «potenziare ufficio per extracomunitari»

Il sindaco ha chiesto anche di ripristinare l’ufficio ‘cambio e revoca del medico di base’

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1719

Claudio D'Amario

Manager Asl D'Amario




MONTESILVANO. Con una lettera inviata a Claudio D’Amario, direttore generale della Asl di Pescara, il sindaco Attilio Di Mattia chiede che venga ripristinato nella sede di Montesilvano l’ufficio Cambio e revoca medico di base ed istituito uno sportello informativo dedicato alle persone extracomunitarie.
«Ho raccolto innumerevoli segnalazioni di disagio da parte di tantissimi montesilvanesi – spiega il primo cittadino - costretti ad andare nella sede Asl di Pescara per il cambio o revoca del medico di base. Un servizio che a nostro avviso può essere ripristinato nella sede montesilvanese, proprio per evitare spostamenti che comportano ulteriore perdita di tempo da parte degli utenti».
«Montesilvano ha bisogno di maggiore attenzione – continua il sindaco - perché è in continua crescita demografica ed oggi è la quarta città d’Abruzzo per popolazione. Oggi a Montesilvano risiedono quasi 22 mila nuclei familiari. Inoltre la crescita demografica è legata anche alla dimensione multietnica della città. Nel dettaglio ci sono circa 800 residenti extracomunitari solo sul nostro territorio. Per questo ho chiesto al manager della Asl di collaborare per istituire uno sportello informativo per gli extracomunitari. Il diritto alla salute è un diritto troppo importante che va garantito a tutti in egual misura. Ecco perché è necessario, a mio avviso, superare insieme quegli ostacoli burocratici che in un paese straniero e con una lingua diversa possono sembrare insormontabili ed allo stesso tempo garantire informazioni su disposizioni normative che vanno rispettate. Sono sicuro che il manager della Asl di Pescara riuscirà a comprendere la realtà complessa della nostra città e verrà incontro alle nostre richieste. Intanto già da adesso mi rendo disponibile per un eventuale incontro in cui approfondire tali problematiche, affinché, insieme si possano trovare le migliori soluzioni per tutti i cittadini di Montesilvano».