POLITICA

Roseto, nasce il gruppo di Scelta Civica in Consiglio comunale

Con il consigliere Flaviano De Vincentiis che esce dal Pd

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1999

Roseto, nasce il gruppo di Scelta Civica in Consiglio comunale


ROSETO. Nasce il gruppo “Scelta Civica” all’interno del consiglio comunale di Roseto degli Abruzzi.
A formalizzarne la nascita è il consigliere Flaviano De Vincentiis che esce dal gruppo del Pd per dare vita al nuovo gruppo d’accordo con il coordinamento locale di Scelta Civica Roseto. Il passaggio è stato formalizzato oggi e presentato alla città dalla sede di Scelta Civica nella galleria Valentini da De Vincentiis, dal coordinatore di Scelta Civica Roseto Mario Nugnes, dall’onorevole Giulio Sottanelli, deputato rosetano del gruppo “Scelta Civica per l’Italia” e da Carlo Simone, coordinatore organizzativo provinciale di Scelta Civica.

«Il mio disagio avvertito già dalla nascita del Pd si è pian piano sempre più rafforzato» così De Vincentiis ha motivato la sua adesione al nuovo gruppo «fino al punto di arrivare ad una decisione, molto sofferta, di uscire dal partito democratico. La decisione si è andata definendo quando a Roseto degli Abruzzi è nata Scelta Civica che ha raccolto intorno a sé uomini e donne con i miei stessi valori politici e umani, valori che rappresentano anche coloro che in questi anni mi hanno sostenuto nelle diverse tornate elettorali che mi hanno visto sempre eletto. Tutto questo mi ha fatto maturare la decisione di portare la voce di Scelta Civica in consiglio comunale e nella città di Roseto degli Abruzzi, una voce moderata di centro, ma che sarà sicuramente contrapposta a questa attuale maggioranza».

Il gruppo di Scelta Civica in consiglio comunale di Roseto degli Abruzzi si posizionerà infatti all’opposizione come hanno spiegato Nugnes e De Vincentiis. «La nostra vorrà essere un’opposizione del tutto costruttiva verso l’operato e le scelte dell’amministrazione Pavone dal quale ci separa ovviamente una chiara distanza politica», hanno spiegato, «ma ci riserveremo di valutare provvedimento per provvedimento la nostra posizione che non sarà precostituita, cercheremo di dare il nostro contributo in termini di proposte per quanto possibile».

«La nascita del gruppo di Scelta Civica nel consiglio comunale di Roseto è un’ulteriore passo del radicamento di Scelta Civica sul territorio», ha spiegato Giulio Sottanelli, «dopo la nascita dei coordinamenti, tra gli ultimi quelli di Pineto e Tortoreto, parallelamente nasceranno anche i gruppi nei vari Comuni della provincia così come in tutta la Regione, non posso che essere felice del fatto che il primo in provincia di Teramo nasca proprio nella mia città. Sono inoltre contento che a dare vita al gruppo sia Flaviano De Vincentiis, è un amico che riabbraccio con piacere e con il quale ho condiviso un tratto di impegno importante della mia vita politica».
«La nascita del gruppo Scelta Civica in consiglio comunale grazie all’amico Flaviano De Vincentiis è un’ulteriore segno di rafforzamento dell’azione sul territorio del coordinamento di Roseto», ha spiegato invece il coordinatore di Scelta Civica Roseto Mario Nugnes, «ora il nostro gruppo ha uno strumento in più per intervenire e incidere nella vita amministrativa e farlo, non solo dal punto di vista civico, ma anche dall’interno. Questo è per noi ovviamente molto importante anche perché va a definire e rafforzare il nostro programma e il nostro operato per la Roseto del futuro e per le prossime elezioni amministrative. Come primo passo vogliamo lavorare sulle frazioni del Comune favorendo la nascita dei gruppi di ascolto attraverso la presenza di nostri rappresentanti che non saranno raccoglitori di voti ma ci permetteranno di dialogare col territorio».

PD: «MERCATO DELLE VACCHE»

«Flaviano De Vincentiis lascia il Partito Democratico senza aver avuto la correttezza etica e politica di comunicare tale scelta al suo ex partito di appartenenza ed al suo ex gruppo consiliare di appartenenza con cui ha condiviso, otre agli anni di amministrazione passati, tutte le azioni portate avanti dal PD fin alla scorsa settimana firmando gli atti amministrativi prodotti», commentano in una nuota i suoi ex colleghi.  

«Sarebbe stato, sicuramente più apprezzabile, se non avesse aderito, da assessore ai lavori pubblici, al PD nel 2008 quando fu costituito attraverso la grande partecipazione democratica delle primarie.  E’ singolare che se ne ricordi dopo sei anni di non condividere le idee e la fusione a freddo che ha portato alla nascita del PD.  Del resto il mercato delle vacche è iniziato da qualche mese quando altri sono approdati in altri lidi per  mero opportunismo personale.   Auguriamo al consigliere De Vincentiis ed all’on. Sottanelli, amici di vecchia data, che il loro ritrovarsi insieme non provochi altre fuoriuscite da Scelta Civica dopo l’addio del Senatore Monti».