POLITICA

NegriSud, centrosinistra chiede commissione urgente

«Nessuna certezza sul futuro e sulle questioni passate»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1275

NegriSud, centrosinistra chiede commissione urgente

CHIETI. Proroga della Cig, pericolo della perdita del posto di lavoro di circa 30 unità, nessuna idea chiara sui programmi futuri, salvaguardia di alcuni laboratori a dispetto di altri, nessuna certezza sull’ entità del contributo regionale senza alcun impegno concreto per il futuro.
E' quanto denunciano a proposito della neocostituita Fondazione Mario Negri sud di S. Maria Imbaro i capigruppo alla Provincia di Chieti Camillo D'Amico (Pd), Eliana Menna (Idv), Giovanni Mariotti (Sel) e Nicola Tinari (Prc) che parlano di «un avvio della Fondazione piena di lati oscuri e pochissimi barlumi di luce per il futuro».
I capigruppo esprimono perplessità anche sulle poche certezze in merito al pagamento dei debiti pregressi che potrebbero facilmente scaricarsi, come garanzie per le banche creditrici, sull’immobile donato dalla provincia di Chieti.
«Non abbiamo più voglia di perdere tempo nè fidarci di chi assume impegni e poi non li mantiene o non ha la forza di poterlo fare - dicono ancora i quattro esponenti politici. A nulla parrebbero servite le forti ed unitarie raccomandazioni manifestate dall'intero Consiglio Provinciale per dare una chiara ed inequivocabile discontinuità gestionale alla Fondazione rispetto all’esperienza precedente del Consorzio. Questa è la ragione per la quale abbiamo chiesto l'urgente convocazione della commissione consiliare Bilancio e Sviluppo Economico alla presenza dell’intero Cda allo scopo di comprendere e capire ogni aspetto relativo a programmi futuri, assetti gestionali e destino dei laboratori e dipendenti».