TASSE

Pianella: Tares, il sindaco: «molte riduzioni e pochi aumenti»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1612

Pianella: Tares, il sindaco: «molte riduzioni e pochi aumenti»





PIANELLA. Gli uffici comunali hanno predisposto il piano finanziario per determinare le tariffe TARES e, unitamente al regolamento, il prossimo consiglio comunale deciderà anche le tariffe da applicare.

«La nuova disciplina legislativa impone la doverosa applicazione del principio comunitario del chi inquina paga – afferma il sindaco Sandro Marinelli in una nota – generando, in assenza di strumentazioni di misurazione puntuale dei rifiuti prodotti dalla singola utenza, un meccanismo presuntivo di produttività del rifiuto legato al numero di occupanti. Il comune di Pianella è riuscito a contenere gli effetti gravosi che si sono invece verificati in altre realtà grazie ad un certosino lavoro di individualizzazione ed armonizzazione delle tariffe che, pur aderendo al principio comunitario di progressività, hanno sostanzialmente apportato più riduzioni che aumenti. Difatti, se i nuclei familiari fino a due occupanti vedono sensibilmente ridursi la tassa rispetto all’importo pagato nel 2012, siamo comunque riusciti a contenere gli aumenti massimi per i nuclei familiari con 6 occupanti rimanendo al 20,79%».
Anche per le utenze non domestiche i comuni hanno dovuto adeguare il sistema tariffario al principio delle potenzialità di produzione dei rifiuti.
«Sulle utenze non domestiche – aggiunge il sindaco - si registrano, rispetto alla tariffa Tarsu 2012, diminuzioni generalizzate per molte delle categorie individuate dalla norma statale, mentre si è lavorato per contenere il più possibile gli aumenti per le categorie che, secondo gli indici di legge, sono al vertice della scala di produttività dei rifiuti. Ben 11 delle 20 categorie di utenti vedono una riduzione del tributo rispetto al 2012, mentre per le categorie più penalizzate dalla normativa statale, quali i ristoranti, i bar e le rivendite di frutta e fiori, gli aumenti sono comunque inferiori di oltre il 50% di quelli medi rilevati nell’indagine della Confcommercio effettuata comparando i dati di 6 regioni italiane».
«Mi corre l’obbligo di ringraziare il consigliere delegato ai tributi Marco Pozzi per l’eccellente lavoro svolto e per i brillanti risultati ottenuti, nonchè per la difficilissima attività di ristrutturazione del settore tributi del Comune di Pianella che sta portando avanti in maniera esemplare».