POLITICA

San Salvo, «Amministrazione Magnacca inconcludente e deludente»

L’opposizione protesta: «nessuna idea e troppi aumenti»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2469

San Salvo, «Amministrazione Magnacca inconcludente e deludente»




SAN SALVO. San Salvo Democratica boccia l’operato della giunta Magnacca, su tutta la linea.
«Hanno approvato il primo bilancio di previsione con oltre sei mesi di ritardo. Al di là della propaganda spicciola, alla quale questa amministrazione ci ha abituati, emerge con evidenza l’assenza di un progetto strategico per la città».
L’opposizione contesta «un chiaro aumento della spesa corrente e dunque della pressione fiscale», mascherata da «interventi palliativi come retta asilo, trasporti, mensa che con il governo di centrosinistra erano molto bassi se non gratuiti».
Il sindaco dice che è colpa del Commissario «ma da maggio 2012 governa lei e le tasse sono decisamente aumentate», insiste l’opposizione.
«E meno male che sull’Imu hanno accolto diverse nostre proposte di revisioni aliquote. Continua il recupero evasione Tarsu. Anche qui il sindaco ha dato la colpa al Commissario ma le lettere Tarsu sono partite quando lei era già in carica, continua a far finta di non sapere niente, intanto arriva anche la Tares».
La minoranza chiede di sapere per quale motivo le maggiori entrate non siano state utilizzate per diminuire la pressione fiscale. E poi ancora critiche al piano triennale delle Opere Pubbliche («è per più di due terzi copiato da progetti già avviati dalle amministrazioni precedenti»); poca attenzione ai servizi sociali («sono gli stessi degli altri anni»), «poche praole» sul sostegno alle famiglie bisognose, sulla cultura, sul turismo di cui pure in questi giorni si dibatte, sulla manutenzione («avete visto in che condizioni è la villa comunale…?»).
Infine «nessuna idea sull’occupazione e lo sviluppo, non una parola sul ruolo di leader che San Salvo ha sempre avuto nel territorio e nella regione».