Pescara, corso Vittorio, commercianti protestano in aula. Fiorilli: «blitz del Pd»

Pignoli chiede di chiarire aspetti del progetto Tre Gemme

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2889

Pescara, corso Vittorio, commercianti protestano in aula. Fiorilli: «blitz del Pd»






PESCARA. «Sul progetto di riqualificazione di corso Vittorio Emanuele non accetto più le strumentalizzazioni della politica».
Lo dice l’assessore alla Riqualificazione urbana Berardino Fiorilli intervenendo su quanto avvenuto in Consiglio comunale nella seduta di ieri. Secondo Fiorilli il Pd avrebbe tentato «il blitz» portando in aula alcuni commercianti con l’obiettivo di «distogliere, per l’ennesima volta, l’attenzione del Consiglio da argomenti di rilievo strategico per il futuro del territorio».
Anche perché il progetto di riqualificazione di corso Vittorio ieri non era all’ordine del giorno: «è stata inscenata una sorta di protesta», continua Fiorilli, «contro l’intervento al solo fine non di chiarire il Programma di recupero urbano, quanto di impedire all’aula di occuparsi di tematiche altrettanto strategiche per la città».
Due settimane fa proprio Fiorilli aveva portato in strada il programma di intervento che riguarda la zona centrale della città, illustrandolo ai residenti, commercianti e passanti: «abbiamo registrato desiderio di confronto, ma senza proteste e polemiche», garantisce l’assessore. 


«Ma il Pd ha tentato l’ennesimo blitz», insiste l’assessore. «Se quei commercianti che ieri erano in aula vorranno ulteriori chiarimenti organizzeremo nuove assemblee, incontri o potranno venire nei nostri uffici per discutere con gli stessi progettisti. Ma non consentirò più al Pd di impedire al governo comunale di lavorare per la città».
Intanto sempre ieri, in tarda mattinata, è ripartito il dibattito sul progetto 3 Gemme, il nuovo complesso edilizio che sorgerà nell’area dell’ex Agrario di via del Circuito. C’è stata un’interruzione immediata per una conferenza dei capigruppo, «nel corso della quale – ha spiegato il capogruppo del Pdl Armando Foschi - l’Ufficio di Presidenza ha proposto alla minoranza di presentare tutte insieme le pregiudiziali contro la delibera, per una discussione unica, per poi garantire una votazione singola per ciascuna pregiudiziale».
A fronte del diniego della minoranza, si è tornati in aula, dove la maggioranza ha bocciato le prime tre pregiudiziali. Nel pomeriggio la minoranza ha deciso di consegnare insieme le pregiudiziali: l’assessore alla Gestione del Territorio Antonelli ha deciso di esaminarle e verificare la possibilità di tentare una sintesi in vista della prossima seduta del Consiglio già convocata per mercoledì prossimo.


«Assieme ai colleghi dell’opposizione, vogliamo capire – ha detto il capogruppo di Fli, Massimiliano Pignoli – la
legittimità di questa delibera e soprattutto cosa andrà a variare in quell’area già così densamente abitata. Ho più volte incalzato negli ultimi tempi l’assessore Antonelli sulle problematiche e l’impatto che inevitabilmente l’opera potrebbe avere sulla zona. E mi riferisco alle ricadute di traffico che ci saranno, considerando la vicinanza
dell’ospedale civile, e comunque dell’importanza dell’arteria che notoriamente è molto trafficata, collegando anche il centro cittadino al Comune di Spoltore».
Per questo Pignoli ha anche invitato l’assessore all’Urbanistica a far intervenire l’Agenzia Regionale per la Tutela
dell’Ambiente per far effettuare le dovute rilevazioni in merito alla qualità dell’aria per la presenza di micropolveri e polveri sottili nella zona di via del Circuito.
Il capogruppo di Fli ha inoltre annunciato di aver già predisposto «numerosi emendamenti» da portare in Consiglio Comunale mercoledì prossimo, «ma non come qualcuno della maggioranza vorrebbe far credere per fare ostruzionismo e bloccare i lavori, ma solo con l’obiettivo di conoscere quali cambiamenti comporterà il Tre
Gemme».