SOCIETA' PARTECIPATE

Provincia Chieti, Coletti: «le casse sono piene grazie alla mia amministrazione»

Sulla vertenza Ops chiesti chiarimenti all’Ente

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1732

Provincia Chieti, Coletti: «le casse sono piene grazie alla mia amministrazione»




CHIETI. «Le casse della Provincia di Chieti sono piene, anche grazie alla mia amministrazione che ha lasciato un cospicui gruzzolo che ancora oggi non si riesce a spendere»
Ne è convinto l’ex presidente Tommaso Coletti: oggi, nel momento in cui il Governo centrale, proprio per far fronte alle difficoltà degli enti locali, ha messo a disposizione degli stessi somme ingenti per far fronte ai pagamenti dei debiti accumulati, la Provincia di Chieti non ha presentato nemmeno la richiesta.
«Significa che non ne aveva necessità», spiega Coletti. «Infatti ancora oggi la Cassa dell’Ente ha una disponibilità di circa 24 milioni di Euro. Forse è l’unico Ente locale d’Italia ad avere una disponibilità così consistente e costante nel tempo. Quasi tutti i Comuni e tutte le Province hanno fatto ricorso alle somme messe a disposizione dallo Stato. La Provincia di Chieti no», ribadisce Coletti, più volte accusato dal centrodestra di aver gestito in maniera allegra le risorse pubbliche. «L’amministrazione da me guidata nel periodo che va dal 2004 al 2009, oltre a realizzare interventi per 170 milioni di euro sulle scuole, sulle strade e sulle strutture culturali, ha lasciato un cospicuo gruzzolo nelle casse dell’Ente che l’amministrazione di centrodestra, ancora oggi, non ancora riesce a spendere.
Il tempo è galantuomo».
L’ex presidente passa poi ad analizzare la questione della Osp e dei suoi 40 dipendenti: nonostante gli atti assunti dal Consiglio provinciale, sulla società incombono ancora incertezze. Il Consiglio di Amministrazione della società è scaduto il 29 Aprile 2013 ed il 14 Giugno dopo i 45 giorni di prorogatio previsti dalla legge, non potrà più operare in quanto decade automaticamente.
«La Provincia», denuncia l’ex presidente, «non ha ancora avviato le procedure per il rinnovo dell’organo secondo il nuovo statuto proposto dal Consiglio provinciale in ossequio alla spending review. Inoltre il contratto tra la provincia di Chieti e la Ops per la gestione dei servizi informatici, scade il 31.12.2013 e la procedura per il rinnovo sarebbe dovuta già essere avviata».
Proprio per richiamare l’attenzione dei vertici della Provincia su una problematica che interessa i cittadini e i lavoratori della società, il consigliere del Pd Coletti, ha presentato una interrogazione urgente sul problema. Oltre a chiedere ragione sui mancati adempimenti ha chiesto al presidente della Provincia se corrispondono al vero le voci secondo le quali gli uffici dell’ Ente starebbero proseguendo l’iter per la vendita delle quote societarie, nonostante il Consiglio provinciale abbia deliberato diversamente.
«E’ necessario fare chiarezza», ha dichiarato Coletti, «per evitare tensioni e fibrillazioni nelle istituzioni e tra i lavoratori di una società pubblica che ha dimostrato di possedere una qualificata capacità per erogare servizi per l’Ente provincia e, quindi, per tutti i cittadini del territorio».