COMUNE

Chieti, sindaco Di Primio : «realizzato il 75% del programma elettorale»

«Il mio Comune è un palazzo di vetro»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2126

Chieti, sindaco Di Primio : «realizzato il 75% del programma elettorale»

CHIETI. Sabato scorso il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, ha partecipato ad un incontro pubblico con la  cittadinanza in piazza Gian Battista Vico.

Il primo cittadino ha illustrato i risultati di tre anni di governo dell’Amministrazione Comunale e gli obiettivi che verranno realizzati nei prossimi due anni di mandato.

«Il Comune in questi tre anni non è stato soltanto “una casa di vetro”», ha detto Di Primio, «ma anche “la casa di tutti”. Chiunque è stato ascoltato, guardato negli occhi mentre parlava», ha assicurato. Tra le emergenze prioritarie  il lavoro: «nel nostro piccolo possiamo impegnarci affinché vengano create le possibilità per le aziende di investire sul territorio, attuando politiche locali di incentivazione, come ad esempio la calmierazione degli affitti degli immobili e favorendo le aree no tax; sviluppando e dando una sferzata al sistema creditizio, affinché nuovi finanziamenti da parte delle Banche vengano concessi alle  famiglie e alle imprese in difficoltà; tagliando le cosiddette spese o pratiche inutili che spesso ingessano le pubbliche amministrazioni bloccando, altresì, la possibilità di investire sui nostri territori».

Il sindaco ha ricordato la situazione economica, soprattutto debitoria, dalla quale la sua amministrazione è partita: «mai avrei potuto immaginare di trovare 22.541.751,75 euro di debiti pregressi, molti dei quali già onorati, altri sui quali sono in corso transazioni. Siamo riusciti a realizzare in tre anni di mandato oltre il 75% di quanto contenuto nel programma elettorale».

Tra le difficoltà anche i tagli di trasferimenti da parte dello Stato, «oltre il 54%, subiti dal 2010 al 2012. E nonostante questo abbiamo continuato a garantire i servizi».

Per il Sociale sono arrivati 8 milioni in meno «ma abbiamo svolto l’85% del programma di governo  prefissato, recuperato 750.000,00 euro di risorse da bandi europei o regionali».

Tra gli obiettivi futuri: «offrire ai cittadini una maggiore  disponibilità di case;  recuperare alloggi comunali condotti da chi non ha diritto ad abitarli e concedendoli a chi ha i requisiti per entrarne in possesso;  elaborare un accordo tra Amministrazione, ASM Chieti Solidale e Federfarma che consenta di abbattere, attraverso una ulteriore scontistica, il prezzo dei farmaci di fascia C ed i prodotti per l’infanzia; realizzare due nuovi asili nido; rivedere una fiscalità in favore delle classi sociali più disagiate».

RIFIUTI

Nel settore Ecologia si è raggiunto il 92% del programma prefissato, «l’aumento della raccolta differenziata (65%) ha comportato  sgravio fiscale per i cittadini del 5% della Tarsu, il nostro obiettivo sarà quello di migliorare la pulizia della città e favorire progetti per la difesa ambientale».

Per il  Settore Lavori Pubblici, nonostante i tagli, «in tre anni abbiamo investito complessivamente quasi 29 milioni di euro, di cui solo 4.500.000 euro per rendere le nostre  scuole più sicure; sono stati aperti 318 cantieri (di cui 288 già portati a compimento) e ottenuto 12 milioni di euro di finanziamenti regionali ed europei a fronte dei 9 milioni della passata amministrazione. L’ obiettivo per i prossimi due anni è proseguire su questa strada: aprire altri cantieri, investire ancor più sulla sicurezza delle nostre strade, dei nostri edifici, delle nostre scuole, avviare lavori per oltre 12.000.000 di euro».

I PROGETTI FUTURI

Tra le priorità:  la costruzione del parcheggio all’ospedale di Colle dell’Ara;  la costruzione del nuovo Cimitero nella parte bassa della città;  l’ampliamento del parcheggio in project financing di piazzale Falcone e Borsellino (terminal bus di via Gran Sasso); l’ampliamento del Tribunale, attraverso un progetto di finanza in previsione dell’accorpamento degli uffici giudiziari di Lanciano e Vasto; il recupero e l’utilizzo delle strutture militari dismesse; la ristrutturazione di Palazzo d’Achille, storica sede del Comune; dare concretezza al progetto POLIS che prevede la riqualificazione e l’utilizzo dell’ex Caserma Pierantoni, del Santa Maddalena e del SS. Rosario, creando 600 posti letto per gli studenti universitari.

E poi ancora i  parcheggi di scambio- il  progetto “Stop and Go” - attraverso la sottoscrizione del protocollo d’intesa tra Amministrazione, associazioni di rappresentanza dei tassisti, La Panoramica ed i proprietari delle aree messe a disposizione per la sosta. I terminal di sosta sono stati individuati nei parcheggi della Stazione, del Palatricalle e del Centro Commerciale Il Centauro. Da queste aree, ove la sosta è gratuita, si potrà raggiungere il centro della città con i mezzi pubblici ovvero prenotando il taxi.

L’amministrazione Di Primio nei prossimi due anni vuole anche procedere con la  redazione del nuovo PRG  dopo  la già formalizzata istituzione dell’Ufficio di Piano e le attività per la costituzione degli otto Tavoli Tematici previsti.