BILANCIO

Comune Francavilla, 2012 si chiude con avanzo di 385 mila euro

L’assessore: «faticoso, ma ce l’abbiamo fatta»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2138

Comune di Francavilla

Comune di Francavilla




FRANCAVILLA AL MARE. Riduzione della spesa pubblica, monitoraggio e riscossione dei crediti, riduzione delle consulenze esterne e risanamento del bilancio.
Sono queste le linee di intervento dell’amministrazione comunale presentate lunedì scorso dall’assessore Rocco Alibertini nel corso del Consiglio comunale che ha visto l’approvazione del rendiconto 2012 del Comune di Francavilla al Mare.
«Con riferimento alla gestione 2012 – fa presente l’assessore Alibertini -, il risultato complessivo dell’azione amministrativa fa riscontrare un avanzo di 385.692,66 euro».
«La corretta gestione finanziaria dell’Ente – spiega ancora Alibertini – è il frutto di un’azione sinergica in collaborazione con i quattro settori del nostro Comune. La riduzione dei debiti testimonia il percorso virtuoso della nostra Amministrazione, che in poco meno di due anni dall’insediamento, nonostante le minori entrate erogate agli enti locali dallo Stato, sta tentando di portare il Comune fuori dal rischio dissesto».

«Al 31 dicembre 2011 – continua l’assessore al Bilancio – le nostre anticipazioni di cassa, infatti, erano pari a 4.160.000 euro circa mentre al 31 dicembre 2012 sono state pari a 970.000 euro circa, con una riduzione, rispetto all’anno precedente, di ben 3.200.000 euro circa, testimoniando, così, una migliorata capacità di riscossione delle entrate e una diminuzione di crediti non esigibili».

Nel 2012 è stato rispettato il patto di stabilità, è stato coperto il costo del servizio di raccolta dei rifiuti per il 94%, sono state ridotte le spese per il personale di circa 400.000 euro. Inoltre è stato costituito il fondo per la contrattazione integrativa per un importo pari a circa 360.000 euro.
«Inoltre, l’amministrazione comunale, nel corso del 2013, ha adottato il piano di razionalizzazione triennale, volto a ridurre le spese relative a dotazioni strumentali, autovetture, telefonia fissa e mobile. L’eliminazione di sprechi, spese superflue e consulenze, dunque, ci sta permettendo di mettere in ordine le casse del Comune, nonostante, lo ribadisco, le tante difficoltà economiche attuali» «E’ stato un lavoro difficile, portato avanti in modo costante ed efficace – conclude l’assessore al Bilancio -, possibile grazie ad una serrata lotta all’evasione e alle scelte amministrative, con l’obiettivo di riportare le casse comunali ad una situazione di normalità».