SPENDING REVIEW

Provincia Pescara, rimborsi viaggio più “leggeri” per gli assessori

Varato un provvedimento della giunta. Non vengono però fornite cifre

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1603

Provincia Pescara, rimborsi viaggio più “leggeri” per gli assessori




PESCARA. Nell'ambito dei provvedimenti adottati per ridurre i costi della politica, da questo mese gli assessori provinciali di Pescara percepiranno i rimborsi per le spese di viaggio sostenute con le proprie auto nella misura di un quinto del costo della benzina e non più tenendo conto delle tariffe Aci, come avveniva fino al mese scorso.
Lo ha deciso la giunta, presieduta da Guerino Testa, nell'ultima seduta, approvando un provvedimento ad hoc.
Lo annuncia proprio Testa spiegando che «questo provvedimento rappresenta più che altro un segnale. Il rimborso carburante per i componenti della giunta, previsto dalla normativa a livello nazionale, incide solo in piccolissima parte sul bilancio dell'ente ma l'esecutivo ha ritenuto che, in un momento di enormi difficoltà per il Paese e di restrizioni per i bilanci di tutti gli enti pubblici, fosse necessario limitare le spese della Provincia legate strettamente alla politica. Gli assessori, quindi, riceveranno rimborsi più “leggeri” rispetto al passato».
 Sottolineo, conclude Testa, che non si è trattato di un passaggio obbligato perché non è stato imposto alcun vincolo dalla normativa in questo senso.
«E' stata una decisione autonoma della nostra giunta, che ha accettato di tagliare quello che viene comunemente visto come un privilegio».
 Peraltro lo stesso principio è stato già applicato, a partire dal mese scorso, per i rimborsi delle spese di benzina in favore dei Consiglieri provinciali. Non viene più applicato il criterio di calcolo collegato alle tariffe Aci ma quello relativo al costo della benzina per cui il rimborso avviene nella misura di un quinto del costo medio del carburante per ogni chilometro percorso anche per i componenti il Consiglio.
 Le misure di contenimento applicate alla voce “benzina” si aggiungono a quelle già attuate per ciò che riguarda il personale a disposizione degli assessori. Contrariamente a quanto avveniva nelle precedenti amministrazioni gli assessori non dispongono dal 2010 del cosiddetto staff di giunta, composto da collaboratori esterni all’ente, facendo scendere notevolmente i costi legati al personale.
Proprio sulle spese ed i rimborsi nei mesi scorsi c’erano state diatribe sulla corretta interpretazione della legge.
Non sono state fornite le cifre sul reale risparmio.