IL FATTO

Aldrovandi, cittadinanza onoraria de L’Aquila per mamma Patrizia

La proposta è del partito Democratico

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1449

Aldrovandi, cittadinanza onoraria de L’Aquila per mamma Patrizia

Patrizia Aldrovandi




L’AQUILA. Cittadinanza onoraria aquilana alla madre di Federico Aldrovandi.
La proposta è del segretario Pd dell'Aquila, Stefano Albano. Nei giorni scorsi a Bologna sempre il partito Democratico aveva proposto di consegnare la cittadinanza onoraria a mamma Patrizia. Ne è nato uno scontro accesissimo in Consiglio comunale durante il quale Lega e Pdl si sono opposti con fermezza. Alla fine il riconoscimento è arrivato ugualmente ma ‘sporcato’ da una ondata di violenza verbale: «Sono marchette, votatevele da soli», ha detto il capogruppo leghista Bernardini. Per Lisei, capogruppo Pdl, solo una «forzatura», perché «avete bisogno di un titolo sul giornale». Il sì è passato all'unanimità (19 favorevoli su 19 votanti), con i voti di Pd, Sel e Movimento Cinque Stelle mentre Pdl e Lega non hanno partecipato.
A L’Aquila potrebbe arrivare un altro sì.
«Patrizia Moretti, che sopporta con encomiabile dignità la ferita che le è stata inferta e continua a nutrire fiducia assoluta nelle istituzioni, merita la cittadinanza aquilana», scrive Albano. «Penso che sia una scelta che farebbe onore alla nostra città: chiederò al gruppo consiliare del Pd in Comune di promuovere una decisione in questo senso - continua -. Siamo tutti rimasti colpiti e impressionati dal coraggio della signora Moretti, che si è manifestato anche di recente, quando non ha avuto paura di affrontare a viso aperto una manifestazione scandalosa che sotto i suoi occhi infangava la memoria del figlio e la verità dei fatti». Secondo Albano, L'Aquila deve seguire la scia di Bologna, che ha conferito la cittadinanza onoraria a Patrizia Moretti. Perché L'Aquila è città aperta, perché sa bene cosa sono il dolore e le ingiustizie e conosce la dignità per affrontarle», conclude.