POLITICA

Montesilvano, ancora niente giunta. Anelli (M5s):«Di Mattia dia un segnale e abbassi l’Irpef»

«Reperire i soldi si può tagliando i costi del Capo di Gabinetto»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1857

Montesilvano, ancora niente giunta. Anelli (M5s):«Di Mattia dia un segnale e abbassi l’Irpef»

consiglio alla Stella Maris

 

 

 


MONTESILVANO. Ancora niente giunta dopo l’azzeramento improvviso di due settimane fa. Il clima in città è rovente  e la maggioranza inizia ad evidenziare crepe che si allargano sempre più. Ufficialmente i partiti della coalizione che sorregge il sindaco Attilio di Mattia sono compatti ma il malumore è palpabile tra gli ex assessori sfiduciati.
 Anthony Aliano in una conferenza stampa è stato duro e netto parlando di gravi illeciti penali commessi in giunta con responsabilità del primo cittadino. Ha annunciato genericamente un esposto alla procura ed il risentimento sembra essere il filo conduttore. In mancanza di dati certi che riguardano le pesanti accuse il sindaco si dice tranquillo e allo scuro di tutto precisando che la sua è sempre stata una condotta «nel pieno rispetto della legge».
 Intanto però si perde del tempo utile per risolvere i tanti problemi che Montesilvano ha.
Il consigliere Manuel Anelli, del Movimento 5 Stelle, ritorna alla carica e dopo le critiche ci riprova con una proposta costruttiva: «è ora che Di Mattia dica cosa vuole fare, come si vuole muovere e che direzione vuole prendere. Altrimenti la città si farà male e non ci aspetta altro che un muro su cui andremo a schiantarci».
Nonostante non sia stata ancora rimodulata l'aliquota Imu, un'altra imposta sta diventando insostenibile: l'Irpef.

«A Montesilvano abbiamo un'addizionale altissima», dice Anelli, «una delle più esose in regione. L’amministrazione sta facendo scelte una politica fiscale che puntualmente antepone le esigenze dell'ente a quelle dei cittadini, incurante del difficile momento che stanno vivendo le famiglie. E' questa una priorità per il Sindaco Di Mattia? Questa è sicuramente una necessità per i cittadini di Montesilvano. In campagna elettorale anche il sindaco ha parlato di riduzione del cuneo fiscale. Che dia un segnale».
Anelli spiega inoltre che la speranza è quella del cambiamento vero e non solo annunciato per cui uno sguardo alla vita di tutti i giorni della gente comune è d’obbligo.

«I problemi della cittadinanza sono ora come ora di arrivare a fine mese. Abbassiamo l'Irpef comunale», conclude Anelli, «e diamo un segnale di responsabilità e di buon senso. Che facciano la prima cosa utile per la cittadinanza, non dobbiamo ingrassare la macchina amministrativa con personalità che non servono a nulla. Come reperire parte dei soldi? Facciamo due calcoli. Il Capo di Gabinetto, che a Montesilvano non serve,  ci costa circa 100.000€ lordi annui. Moltiplicandolo per i possibili 5 anni di amministrazione fanno mezzo milione di euro».