POLITICA E VELENI

Montesilvano, l’ex assessore Aliano contro Di Mattia: «commessi illeciti in Comune»

«Io motivo dell’azzeramento della giunta»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5440

Montesilvano, l’ex assessore Aliano contro Di Mattia: «commessi illeciti in Comune»

Anthony Aliano




MONTESILVANO. «Circa due mesi fa ho riscontrato un illecito penale imputabile al sindaco e non solo, relativo al verbale di giunta di alcune delibere».
E' quanto denuncia, sottolineando che la Procura al momento ne è a conoscenza «verbalmente», l'assessore uscente alle Politiche sociali del Comune di Montesilvano, Anthony Aliano, che sostiene di essere «la ragione per cui il sindaco, Attilio Di Mattia, ha azzerato la Giunta comunale».
La questione è stata illustrata dallo stesso assessore - Aliano fu eletto con la lista civica 'Montesilvano Bene Comune' che appoggiava il centrosinistra -, nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte anche esponenti del Pdl, del Movimento 5 Stelle e di altri schieramenti, oltre a decine di cittadini.
Aliano ha riferito di non poter «entrare nei dettagli della vicenda. La Procura ne è a conoscenza verbalmente da circa un mese e mezzo - ha sottolineato - e a breve verrà presentato un esposto. Si tratta di un falso in atto pubblico, relativo a due delibere di mia iniziativa, relative alla Falini, patrimonio del Comune di Montesilvano».
Ma di più l’ex assessore non ha detto. 

Per questi motivi, Aliano avrebbe «cominciato a dissentire da una persona che non rappresentava più la trasparenza e il cambiamento, ideali in cui io credo, ma che non sono stati promossi, arrivando perfino a commettere un reato». 
L'assessore uscente ha detto di essere stato «oggetto di atteggiamenti vessatori» ed ha parlato di una «gelosia fisiologica in relazione a mie delibere importanti votate anche dalla minoranza».
«La Giunta - ha affermato - è stata azzerata perché il sindaco temeva che la conferenza stampa di oggi ci sarebbe stata in Consiglio comunale e, effettivamente, è quello che avrei fatto. L'indignazione sarà così grande - ha concluso - che presto Di Mattia andrà a casa».
Aliano, infatti, si augura che presto venga individuata una nuova guida per la città «che portì avanti la legalità e il cambiamento».

LA MAGGIORANZA SCARICA ALIANO
«In questo momento di grave crisi economica Montesilvano ha bisogno di una giunta forte e coesa, in linea con i progetti del Sindaco con il quale deve necessariamente condividere un rapporto di fiducia, per il bene della città», commentano i  Gruppi consiliari del Pd, Essere Montesilvano, Udc, Fli, Idv e Sinistra Unita. «Come gruppi consiliari ringraziamo l'avvocato Anthony Aliano per il lavoro sin qui svolto, ma oggi le sue accuse ed i suoi esposti, dei quali peraltro non eravamo a conoscenza, non hanno fatto altro che confermare che fra il sindaco e l'avvocato Aliano è venuto a mancare un rapporto di reciproca stima. Ci dispiace per come siano andate le cose, siamo sicuri che nonostante tutto Aliano, avendo condiviso con noi tutti il programma di governo, non farà mancare il suo apporto, anche se dall'esterno, ma oggi il nostro compito è quello di guardare avanti. E’ quello di dare risposte ai cittadini, è quello di realizzare il nostro programma, il programma di governo che ha vinto le elezioni, lasciando da parte i risentimenti e gli esposti, i quali, se rilevanti, saranno giustamente attenzionati dagli Organi preposti. Noi vogliamo bene ai nostri concittadini e faremmo loro un torto se ci continuassimo ad occupare di futili beghe di palazzo, Montesilvano ha un Sindaco ed un Suo programma da realizzare nell'immediato e pertanto la cosa che ci preme davvero è quella di riavere subito dopo Pasqua una giunta forte ed unita per realizzare speditamente i progetti per la città».
LA MAGGIORANZA SCARICA ALIANO

«In questo momento di grave crisi economica Montesilvano ha bisogno di una giunta forte e coesa, in linea con i progetti del Sindaco con il quale deve necessariamente condividere un rapporto di fiducia, per il bene della città», commentano i  Gruppi consiliari del Pd, Essere Montesilvano, Udc, Fli, Idv e Sinistra Unita. «Come gruppi consiliari ringraziamo l'avvocato Anthony Aliano per il lavoro sin qui svolto, ma oggi le sue accuse ed i suoi esposti, dei quali peraltro non eravamo a conoscenza, non hanno fatto altro che confermare che fra il sindaco e l'avvocato Aliano è venuto a mancare un rapporto di reciproca stima. Ci dispiace per come siano andate le cose, siamo sicuri che nonostante tutto Aliano, avendo condiviso con noi tutti il programma di governo, non farà mancare il suo apporto, anche se dall'esterno, ma oggi il nostro compito è quello di guardare avanti. E’ quello di dare risposte ai cittadini, è quello di realizzare il nostro programma, il programma di governo che ha vinto le elezioni, lasciando da parte i risentimenti e gli esposti, i quali, se rilevanti, saranno giustamente attenzionati dagli Organi preposti. Noi vogliamo bene ai nostri concittadini e faremmo loro un torto se ci continuassimo ad occupare di futili beghe di palazzo, Montesilvano ha un Sindaco ed un Suo programma da realizzare nell'immediato e pertanto la cosa che ci preme davvero è quella di riavere subito dopo Pasqua una giunta forte ed unita per realizzare speditamente i progetti per la città».