POLEMICHE

Terremoto, De Matteis boccia Barca: «ci lascia in un bel casino»

«Complice il sindaco Pinocchio»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4863

Terremoto, De Matteis boccia Barca: «ci lascia in un bel casino»

Giorgio De Matteis




L’AQUILA. Il vice presidente vicario del Consiglio regionale Giorgio De Matteis ha inviato a Barca una lettera aperta, dopo la visita di ieri all'Aquila.
De Matteis la definisce «l'ultima inutile passeggiata del ministro» che avrebbe confermato, «ancora una volta, l' inutilità di ciò che ci è stato spacciato come soluzione dei problemi. E ancora una volta Cialente-'Pinocchio', con il suo colpevole silenzio, si e' prestato a svolgere il ruolo di comparsa in questa sceneggiata».
«Caro Ministro Barca - scrive De Matteis - dopo piu' di un anno, lei ci lascia un bel nulla tra le mani, anzi se la dobbiamo dire tutta, ci lascia con un bel casino. Tutto questo grazie anche al complice silenzio e all'inettitudine di un Sindaco 'Pinocchio'».
Per quanto riguarda le tasse - prosegue De Matteis - «da parte sua non c'e' stato alcun intervento serio e concreto per evitare il pagamento del 100 per cento degli importi a carico delle imprese che, se dovesse realizzarsi come sembra ormai ineludibile, determinerebbe un danno mortale alle aziende, alla occupazione e alla citta'».
I fondi Cipe «sono stati da lei spacciati come un grande risultato, ma lei sa bene che questi fondi esistono dal 2009 (Governo Berlusconi). Si tratta di 2.4 miliardi che lei ha propagandato come la soluzione dei problemi. Basta, pero', leggere le carte per rendersi conto che, ancora una volta, veniamo presi in giro. Mentre in Emilia Romagna sono stati stanziati 6 miliardi, a valere sulla Cassa Depositi e Prestiti, i fondi Cipe da lei citati per la ricostruzione dell'Aquila, sono soldi non utilizzabili attraverso i meccanismi della stessa Cassa. Anzi, basta leggere la delibera Cipe del 21 dicembre 2012 per capire come questi 2.4 miliardi potranno essere erogati, come previsto all'articolo 2, secondo modalita' temporali compatibili con i vincoli di finanza pubblica correlati all'utilizzo delle risorse del FSC (ex Fondi Fas)».