Pianella: «Niente fondi per le scuole da tre anni»

Marinelli contro D’Ambrosio: «ha superato il segno». Per il Comune i fondi ci sono

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2469

scuola






PIANELLA. Nell’ultima riunione di qualche giorno fa, il Consiglio dell’Istituto Comprensivo di Pianella e Moscufo ha dovuto prendere atto che il Comune di Pianella non ha erogato i fondi stanziati in bilancio negli ultimi 3 anni.
Così, nonostante il sindaco di Moscufo abbia assolto ai propri adempimenti, non è stato possibile avviare le attività previste nel programma, attesa la insufficienza dei fondi a disposizione.
La denuncia arriva dal capogruppo di minoranza al Comune di Pianella, Sandro Marinelli, il quale in una nota ha inteso stigmatizzare in maniera decisa il comportamento del sindaco: «E’ assolutamente inaccettabile che a pagare la cronica incapacità amministrativa e contabile del Sindaco e, dopo l’abbandono di 3 consiglieri di maggioranza, del residuo gruppetto di suoi fedelissimi, siano le fasce più deboli della popolazione».
«Troviamo del tutto immorale che sia arrivati al punto di negare i fondi già previsti in bilancio per i bambini delle scuole per dirottarli al pagamento delle polizze per la tutela legale nei numerosi processi penali che coinvolgono il Sindaco e il suo fedele assessore Di Giamberardino, che, come abbiamo espressamente chiesto in una interpellanza, devono gravare sulle loro tasche e non su quelle dei cittadini».
Il capogruppo del PDL - UDC conclude affermando che: «L’era D’Ambrosio si concluderà fortunatamente tra pochi mesi lasciando una eredità politica e amministrativa costituita da una pressione tributaria locale al livello massimo consentito dalla legge ed un indebitato pesantissimo per i prossimi 20 anni, ma senza la sua ingombrante presenza e con persone competenti e motivate al governo del paese, Pianella ha forza e capacità per ripartire, dimenticando in fretta una classe amministrativa che l’ha gravemente indebolita e danneggiata».


D’AMBROSIO:«I FONDI CI SONO, LA SICUREZZA AL PRIMO POSTO»
PIANELLA. «La scuola e la sicurezza dei nostri ragazzi è da sempre una delle principali priorità dell’amministrazione comunale. Tra l’altro siamo in attesa dell’erogazione di un finanziamento di ben 750mila euro da destinare alle scuole primarie e medie di Pianella e delle frazioni. Fa sorridere dunque il tentativo di mistificazione operato dal consigliere di opposizione Marinelli, di fronte a una maggioranza che ha come obiettivo assoluto il benessere degli studenti». Lo ha dichiarato il sindaco di Pianella Giorgio D’Ambrosio in risposta alle polemiche sollevate dal capogruppo Pdl-Udc Sandro Marinelli in merito alla presunta mancata erogazione dei fondi alle scuole cittadine.
«I fondi stanziati negli ultimi tre anni dal Comune di Pianella per le scuole locali – ha precisato il sindaco D’Ambrosio – non sono assolutamente in discussione: si tratta di 25mila euro, e non di 40mila euro come sostenuto dal consigliere Marinelli, di cui in settimana verranno erogati 10.500 euro. Ci stiamo attivando per erogare rapidamente anche i fondi restanti, ossia 14.500 euro, anche in considerazione del fatto che, a breve, il Ministero della Pubblica Istruzione stanzierà un finanziamento di 750mila euro da destinare agli istituti scolastici».
Nel dettaglio, sono molteplici gli interventi messi in atto dall’amministrazione comunale «per garantire ai nostri alunni e ai loro genitori la tranquillità di poter studiare in ambienti sicuri e a norma- ha aggiunto il sindaco D’Ambrosio-, a partire dai lavori di consolidamento della scuola elementare di via Villa de Felici. Un intervento dell’importo complessivo di 180mila euro, che ci ha ci ha consentito di ristrutturare l’edificio e di renderlo resistente all’eventualità di un evento sismico. La priorità è stata la messa a norma dell’edificio in modo da adeguarlo alla normativa sismica che garantisce l’assoluta resistenza in caso di terremoto. In particolare, gli interventi hanno riguardato la realizzazione di un sistema sottofondale che interessa lo spigolo nord/nord-ovest dell’edificio; l’eliminazione del solaio di plafone al fine di ridurre le azioni sollecitanti verticali e soprattutto orizzontali generabili dal sisma dell’ala orientale; e infine la riquadratura strutturale dei vani finestra».
Ricordiamo anche i lavori per la sostituzione della caldaia e degli infissi della scuola elementare di via Villa de Felici a Pianella. «L’amministrazione comunale – ha spiegato il sindaco D’Ambrosio – ha ritenuto la sostituzione complessiva degli infissi della scuola elementare un’opera necessaria per assicurare ambienti di studio sicuri e a norma. I nuovi infissi sono in alluminio e a tenuta termica, in modo da assicurare il massimo risparmio energetico. L’importo dei lavori a base d’asta era di euro 60.500,42, di cui euro 2.242,72 per oneri della sicurezza; l’importo netto al ribasso d’asta è stato invece di euro 49.671,38 di cui euro 2.242,72 per oneri della sicurezza».