POLITICA

Francavilla, Moroni scrive al prefetto: «illeciti in Comune»

«Venga ristabilito il rispetto delle regole»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2513

Francavilla, Moroni scrive al prefetto: «illeciti in Comune»




FRANCAVILLA AL MARE. Il Comune di Francavilla non applica le norme del decreto Sviluppo per tutti i cittadini ma ne discrimina una parte.
E’ questa l’accusa contenuta in una lettera che il consigliere comunale del Pdl, Franco Moroni, ha inviato al prefetto di Chieti, Fulvio Rocco De Marinis.
La legge 106/2011 permette a tutti di poter ampliare la superficie della propria abitazione nella misura massima del 20%.
«Ma il Comune di Francavilla», denuncia Moroni, «ha disatteso tale norma non permettendo, in alcune zone, di attuare tale ampliamento» facendo riferimento «impropriamente» alla Legge Regionale n. 16/2009, ovvero il "Piano Casa", «che non ha nulla a che fare con l'oggetto della predetta delibera».
Quindi di fatto alcuni cittadini di Francavilla non potendo applicare la norma legislativa, «verranno discriminati». Il consigliere di minoranza contesta anche il fatto che vengano escluse zone antropizzate e pone l’attenzione su eventuali introiti che non arriveranno nelle casse del Comune.
«Il comportamento dell'amministrazione comunale», insiste Moroni, «è pertanto discriminante e illogico per tutti i cittadini, mina il rispetto delle regole e l’operare nell'ambito della legittimità».
Il consigliere chiede al prefetto di invitare il Comune di Francavilla al mare «al rispetto delle regole e ad operare nell'ambito della legittimità e previa verifica, di rettificare la deliberazione n. 14 assunta in data 28gennaio2013 che presenta vizi di legittimità e profili discriminatori per i cittadini».