POLITICA

Montesilvano. Esposto M5S mensa scolastica: Pavone (Pd): «solo visibilità elettorale»

«Avevamo già chiarito tutti gli aspetti».

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1639

Massimiliano Pavone

Massimiliano Pavone




MONTESILVANO. Prima una interrogazione poi un esposto in Procura.
Il Movimento 5 Stelle vuole che sia fatta chiarezza sulla gara d’appalto per la refezione scolastica e così qualche mese fa aveva inoltrato all’assessore competente una interrogazione. L’assessore aveva risposto ma evidentemente i chiarimenti non hanno soddisfatto gli interroganti soprattutto in merito all’ipotesi che si starebbe cercando di favorire una determinata ditta. Infatti nelle scorse ore è partito un esposto alla magistratura.
Il consigliere del Pd Massimiliano Pavone non nasconde la propria sorpresa: «da quanto si evince sono stati riproposti gli stessi interrogativi posti quattro mesi fa, ai quali questa amministrazione diede risposta scritta prima e con una conferenza stampa poi, in maniera esaustiva e trasparente».
E allora perché, domanda Pavone, «ignorando le risposte si è fatto un copia-incolla» da spedire in Procura? «Mi viene da pensare», continua il consigliere di maggioranza, «che le esigenze di visibilità elettorale di questa ultima settimana, sono tali che possono spingere taluni a utilizzare repliche sullo stesso tema, argomentate addirittura dalle stesse parole proposte quattro mesi fa e alle quali gli interventi degli interlocutori, tecnici e politici, di questa amministrazione, sono stati puntuali, trasparenti e circostanziati».


Ma il consigliere mostra stupore anche perché questa mattina ha letto nell'edizione del quotidiano "Moncalieri" (realtà editoriale del comune di Moncalieri) un articolo a firma del giornalista Enrico Capello, dal
titolo "Primi piatti sotto accusa". «Si proprio Moncalieri», fa notare Pavone, «portato come esempio virtuoso dal consigliere Anelli. L'approfondimento sul testo mi ha dato la conferma che sotto accusa sia stato messo proprio il servizio di refezione scolastica tanto caro al consigliere Anelli e che dovrebbe essere, (per fortuna solo il suo...) il punto di riferimento per la città di Montesilvano».
Nell’articolo in questione il vice-sindaco Paolo Montagna sostiene che il Comune ha «riscontrato delle
evidenti anomalie sui primi piatti con la pasta scotta, il sugo acquoso e il riso ridotto a poltiglia» e ancora «se nei prossimi giorni constateremo il persistere della criticità prenderemo delle sanzioni non
escludendo delle sanzioni».