RIFIUTI

Silvi, Sel contro le «proroghe indiscriminate del servizio rifiuti»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2402

SILVI MARINA
SILVI. Non è tenero il circolo Sel locale contro «il fallimento di Marini, vicesindaco, nella gestione dei rifiuti a Silvi.




La gestione del passato non ha brillato per qualità e puntualità e nel frattempo come nella maggior parte dei comuni la Tarsu è aumentata.
Inoltre un appalto, terminato di fatti il 31-12-2011 è stato più volte prorogato «con indecente spudoratezza nell’indifferenza di tutti grazie a proroghe sistematiche dell’affidamento alla ditta Diodoro», dice Sel.

«In una cittadina normale con una classe dirigente, politica ed amministrativa, all'altezza del proprio ruolo», commenta Sel, «il disastro del Vice Sindaco e del responsabile della manutenzione ordinaria nella gestione dei rifiuti avrebbe fatto molto rumore. A Silvi, invece, siamo di fronte ad un manipolo di amministratori e tecnici che, con sprezzo della trasparenza e della corretta gestione, producono veri e propri disastri a danno della collettività senza che nessuno ne parli. Ci interroghiamo, con non poco imbarazzo, sulla capacità e la competenza degli uffici a preparare ed indire una nuova gara d’appalto. E sulla opportunità politica di continuare in questo modo».
Il circolo di Sinistra ecologica e libertà dice di voler sapere anche se il funzionario competente per il servizio ha avuto il premio annuale di produttività del settore.
«C’è solo una parola per giudicare l’operato di Marini nella gestione dei rifiuti: fallimento. Leggendo il capitolato di appalto», conclude Sel, «ci accorgiamo che molti adempimenti si sono trasformati in corso d’opera e che i tempi originari non sempre sono stati rispettati. Sarebbe opportuno proporre un’assemblea pubblica di confronto con gli amministratori per chiarire le eventuali inadempienze e, soprattutto, quanto costa ai cittadini di Silvi la gestione della "monnezza"!»