POLITICA

Civitella del Tronto, arrivano due nuovi assessori esterni

Luca D’Alessio nuovo vice sindaco

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3123

Civitella del Tronto, arrivano due nuovi assessori esterni


CIVITELLA DEL TRONTO. Il Consiglio Comunale civitellese ha approvato a maggioranza nella seduta del 30 novembre 2012 l’assestamento generale di bilancio per l’esercizio finanziario 2012.

«Con l’assestamento - dichiara il sindaco Gaetano Luca Ronchi –, che ha previsto piccole variazioni al bilancio di previsione, potremo tra l’altro mantenere fede all’impegno che avevamo preso qualche settimana fa con i ragazzi delle nostre scuole, acquistando nuovi banchi e nuove sedie per le scuole medie di Civitella e Villa Lempa. Il nostro bilancio, uno dei più virtuosi della provincia di Teramo, lascia invariata sia la Tarsu sia anche l’Imu, che per la prima quanto per la seconda casa è al minimo».

Nel corso del Consiglio il sindaco ha annunciato, dopo le dimissioni di qualche settimana fa del vice sindaco Cristina Di Pietro e dell’assessore Daniele De Giorgis, di aver provveduto ad integrare la Giunta nominando assessori esterni Vincenzino Di Luigi (44 anni, vigile del fuoco) e Guido Di Giacomo (44 anni agente di commercio) e vice sindaco l’assessore Luca D’Alessio (34 anni, libero professionista).
«Di Luigi e Di Giacomo sono due persone molto stimate e rispettate, che conoscono bene il nostro territorio e le esigenze dello stesso», ha detto il primo cittadino. «Sapendo della loro dedizione al lavoro, della loro concretezza e del loro impegno civile, sono sicuro che i due potranno dare molto alla nostra comunità. Con un successivo provvedimento individueremo anche le deleghe che potranno essere conferite ai due». Quanto al nominato vice sindaco «è persona che in questi anni di duro lavoro ha fatto molto bene, distinguendosi soprattutto per gli importanti interventi sulle nostre scuole. A tutti loro va il nostro migliore augurio di buon lavoro».
I tre dimissionari (Cristina Di Pietro, Daniele De Giorgis e Gennarino Di Lorenzo), che nel frattempo hanno fatto fronte comune con il gruppo di opposizione del Pd, hanno votato contro le delibere di assestamento e di ratifica della variazione di bilancio.
«Alla faccia della coerenza», ha commentato il sindaco. «E pensare che solo poche settimane fa avevano scritto che sarebbe stata loro intenzione non ostacolare gli atti dell’amministrazione comunale nella quale sono stati per 4 anni e mezzo, condividendo tutte e sottolineiamo tutte le scelte. Forse perché l’acquisto dei nuovi arredi nelle scuole e gli altri interventi, che sono ora possibili con l’approvazione dell’assestamento, non vanno a beneficio della nostra collettività?»