CRISI E TASSE

Pianella, rincaro dei servizi e delle tasse. «Il sindaco non mantiene le promesse»

«Revisore dei conti ha dato il parere non favorevole»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2676

Gianni Filippone

Gianni Filippone

PIANELLA. La crisi ha effetti diversi che si riassumono anche nel rincaro delle tariffe dei servizi comunali e nell’aumento delle tasse per i cittadini.


Lo sostiene il Consigliere Comunale, capogruppo di Rinasce Pianella, Gianni Filippone, illustrando il Bilancio di Previsione dell’esercizio finanziario 2012.
La Giunta Comunale nei giorni scorsi ha approvato un aumento fiscale per i cittadini, che nella seduta del Consiglio Comunale di venerdi 30 Novembre 2012 alle ore 11.00 sarà discussa dall’assemblea.
«Il sindaco», spiega Filippone, «ha sempre sostenuto che i debiti dell’Asilo Nido (Arcobaleno s.r.l.), Ambiente s.p.a., Deco s.p.a., le esposizioni con le banche, non esistevano e che era solo dovuti alla liquidità di cassa, cioè non appena i cittadini pagavano le tasse dovute, i creditori venivano liquidati».
Ma i conti non tornano.
Gli aumenti già approvati nel 2012 in giunta sono molti come la tassa sulla spazzatura che è aumentata del 35% battendo il record della tassa più alta della Provincia di Pescara (Abitazioni Private passa da € 2,00 a € 2,70).
«Invece di trovare una soluzione sui debiti dell’Arcobaleno», spiega ancora il consigliere, «si è preferito aumentare le Tariffe dell’Asilo Nido mediamente del 40%».
Per l’Imu per le prime case è 0,40% mentre per altri immobili e terreni è 1,06% cioè il massimo. Per l’aliquota dell’addizionale comunale all’Irpef passa dallo 0,4 % allo 0,8%.
«Il Revisore dei Conti Dino Norscia», ha spiegato Filippone, «nonostante tutti gli aumenti, ha dato il parere non favorevole al Bilancio di Previsione 2012. Poi, venuti a conoscenza di questa notizia, gli altri Consiglieri Comunali di maggioranza sarebbero indecisi sull’approvazione o meno del documento finanziario. Per quanto mi riguarda questo Bilancio Previsionale 2012 non è meritevole di approvazione».