Idv, assemblea in Abruzzo, «serve per fare chiarezza»

Mascitelli contro Donadi: «argomentazioni patetiche»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1778

Idv, assemblea in Abruzzo, «serve per fare chiarezza»
PESCARA. L’Italia dei Valori d’Abruzzo sabato si riunirà in Assembla Regionale a Pescara.

L’incontro si terrà presso la sala consiliare della Provincia, per preparare l’Assemblea Nazionale prevista a Roma il 15 dicembre.
E’ la prima regione a muoversi in questa direzione, a cui seguiranno tutte le altre. Il 1 dicembre in Abruzzo ci sarà inoltre Antonio Di Pietro che incontrerà gli eletti e i dirigenti del suo partito.
«E’ un incontro importante che aiuterà finalmente a fare chiarezza», ha dichiarato il segretario regionale dell’IDV Alfonso Mascitelli, in un momento in cui il partito sta vivendo lo scossone del ‘caso’ Di Pietro.
«E’ sicuramente una lettura di comodo», continua il senatore dell’Italia dei Valori, «pensare che il futuro del nostro partito si ridurrà a chi seguirà Donadi  o chi resta con Di Pietro. Nelle cinque ore di discussione, nel corso della riunione dei deputati e dei senatori che si è svolta a Roma lo scorso mercoledì, francamente ho trovato patetiche le argomentazioni di Donadi e lo sono ancora di più se si andasse a rileggere le sue dichiarazioni di voto in occasione dei provvedimenti varati dal governo Monti. Il problema in realtà è un altro: al nostro interno non vi sono due linee politiche contrastanti, visto che nessuno sta mettendo in dubbio la nostra appartenenza al centrosinistra, ma comportamenti diversi per realizzarla. Noi diciamo che per ricostruire il centrosinistra è importante un serio programma di discontinuità rispetto alle politiche dell’attuale governo, per Donadi lo si fa firmando una cambiale in bianco. Noi abbiamo il coraggio di rimetterci in discussione, anche correndo il rischio che l’IdV resti fuori dal Parlamento  e di volere andare oltre il nostro modello di partito, Donadi pensa alla scorciatoia di costruirsi una nuova lista che gli garantisca a prescindere la sua rielezione».
Secondo alcune indiscrezioni pubblicate nei giorni scorsi dal sito Dagospia il deputato Augusto Di Stanislao sarebbe pronto a ‘migrare’ nel Partito Democratico.

TRE PUNTI DA PORTARE IN NAZIONALE
«Vi sono tre punti qualificanti che porteremo all’Assemblea nazionale del 15 dicembre – ha dichiarato Mascitelli, al termine della assemblea, «Primo: la volontà di costruire un centrosinistra basato su un programma alternativo alle politiche economiche del governo Monti. Secondo: apertura ai movimenti, alle liste civiche, ai mondi vitali della nostra società civile con grande rispetto ed attenzione al movimento 5 stelle, con i quali è aperto un dialogo. Terzo: un radicale rinnovamento della organizzazione del partito, della sua presenza sui territori e della selezione dei propri rappresentanti. Ognuno di noi si metterà in gioco. Non è indifferente, come si vuol far credere, per le scelte che verranno prese in Abruzzo per le prossime regionali quanto verrà fatto per raggiungere una intesa nazionale».