IL CASO

Lanciano, punto informazione turistica annunciato…ma ancora chiuso

Il consigliere Manlio D’Ortona: «proclami smentiti dai fatti»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1765

box informazioni lanciano
LANCIANO. Il vice sindaco di Lanciano, Pino Valente ha annunciato, mesi fa, l’apertura di un punto informazioni a Piazza E.D’Amico. Solo che oggi quel presidio è ancora chiuso.

La denuncia è del consigliere comunale di Lanciano, Manlio D’Ortona, che si dice sorpreso e deluso da quanto accaduto.
I progetti del vice sindaco che è anche assessore alla Cultura, al Commercio e alla Viabilità erano questi: l’apertura, sette giorni su sette, di un punto informazioni a Piazza E.D’Amico per il miglioramento dell’accoglienza dei turisti in città; un punto di riferimento, insomma, per la promozione turistica e commerciale del territorio.
Proprio per questo, racconta D’Ortona, l’assessore aveva predisposto una modifica all’arrivo dei turisti, non più alla Fonte del Borgo ma proprio alla Pietrosa dov’è stata ricavata, togliendo solo sette posti auto, una corsia dedicata ai bus per una maggiore sicurezza dei passanti. I pullman turistici dunque avrebbero lasciato i viaggiatori per poi parcheggiare in Pietrosa. I pellegrini, circa 100 mila ogni anno avrebbero trovato il box informazioni con personale multilingue dello Iat pronto ad accoglierli. Era previsto anche lo stanziamento di tre bagni chimici, in aggiunta ai due già presenti.
«Grandi parole e proclami» ha detto il consigliere di opposizione, «ma i fatti? A distanza solo di pochi mesi, infatti, il box informazioni è sempre chiuso, tanto che un paio di settimane fa ho segnalato al responsabile del servizio che i turisti arrivavano e non avevano indicazioni. Dopo questa segnalazione è stato posto un cartello che avverte che l’ufficio informazioni e accoglienza turistica è disponibile in piazza Plebiscito. Dove sono finite le promesse di Valente e della sua maggioranza di migliorare e potenziare l’offerta turistica cittadina, con particolare riferimento al turismo religioso? Una corsia dedicata ai bus è tutto quello che la maggioranza è in grado di fare?».
D’Ortona, poi, ha ricordato le promesse sventolate in campagna elettorale: «Valente e i suoi parlavano di un sito dedicato interamente al turismo, della realizzazione di un parcheggio al Diocleziano con lo spostamento del punto di ricezione dei turisti nel centro storico della città e di una serie di servizi e iniziative collaterali delle quali, a oltre un anno di amministrazione, non c’è alcuna traccia».

IL VICE SINDACO: «UNA FIGURACCIA, CHI MI ACCUSA NON CONOSCE I FATTI»
Il vice sindaco di Lanciano, Pino Valente ha accusato il consigliere Manlio D’Ortona di «essere poco e male informato» sulla questione del punto di informazione turistica.
«La gestione dell'Ufficio Iat di Lanciano», ha precisato Valente, «è portata avanti in convenzione con la Regione Abruzzo alla quale avevamo comunicato lo spostamento temporaneo, in piazza D'Amico, del servizio accoglienza turistica, proprio nel periodo di maggiore affluenza di visitatori e cioè nel periodo estivo, da fine maggio fino al 30 settembre. E' strano che D'Ortona non conosca la convenzione stipulata dalla passata amministrazione che lega il Comune di Lanciano alla Regione Abruzzo la quale, tra l'altro, si accolla le spese di affitto e le utenze dell’ufficio di piazza Plebiscito. Siamo alle solite, ancora una volta il capogruppo Pdl in consiglio comunale, Manlio D'Ortona, si rende protagonista di esternazioni, che a mio avviso rappresentano solo una “figuraccia” agli occhi dei nostri concittadini, dimostrando, soprattutto in questa occasione, di non conoscere i fatti».
Valente ha poi colto l’occasione per ricordare che nei prossimi mesi la gestione dell'accoglienza turistica sarà oggetto di un apposito bando pubblico.