POLITICA

Sicurezza in città, Pignoli (Fli) diserterà le sedute del Consiglio comunale

Aut aut al presidente De Camillis

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1051

Sicurezza in città, Pignoli (Fli) diserterà le sedute del Consiglio comunale

Massimiliano Pignoli

PESCARA. Una attesa lunga, troppo lunga e così arriva l’ultimatum.


Il consigliere comunale di Pescara Massimiliano Pignoli (Fli) ha annunciato che non parteciperà alle sedute del Consiglio fino a quando il presidente dell'assise civica Roberto De Camillis non convocherà una seduta straordinaria dedicata alla sicurezza.
«Nel dicembre dello scorso anno - ha spiegato Pignoli- ho fatto richiesta ed ottenuto un Consiglio comunale straordinario sulla sicurezza».
La seduta poi però è stata rinviata e dopo quasi un anno si è ancora in attesa di una nuova convocazione. Il presidente De Camillis ha motivato questa mancanza con il declino, a suo dire, da parte del prefetto e del questore a partecipare al Consiglio.
«Questo è quello che sostiene De Camillis», commenta Pignoli, «ma non c'è nulla di scritto». Qualche giorno fa il questore ed altri esponenti delle forze dell'ordine hanno partecipato a un Consiglio di quartiere straordinario dedicato al tema della sicurezza. Pertanto l’esponente di Futuro e Libertà si chiede se quanto dice De Camillis corrisponde al vero o se invece «c'è stato un totale disinteresse da parte sua rispetto ad un problema molto sentito dai cittadini».
Pignoli insiste: «non si può più rimandare. Negli ultimi sei mesi ci sono stati a Pescara diversi omicidi, incendi dolosi, rapine e scippi. Pertanto fino quando il presidente del Consiglio comunale non invierà un invito scritto al questore e ai rappresentanti delle forze dell'ordine non parteciperò più alle sedute dell'assise civica»