POLITICA ED EDILIZIA

«Il sindaco Di Lorito ha snobbato il Consiglio sulla questione Arca»

Prima Spoltore punta il dito contro sindaco ed assessore

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2499

Luciano Di Lorito

Luciano Di Lorito

SPOLTORE. Non si placa il malcontento sulla questione Arca a Spoltore. Oggi scende in campo il gruppo Prima Spoltore che punta il dito contro il sindaco Di Lorito e l’assessore all’Urbanistica, Lorenzo Mancini.


La vicenda riguarda il famoso accordo tra Comune ed Arca che prevedeva la realizzazione di opere pubbliche sul territorio. Opere che ad oggi non sono state ancora realizzate.
Secondo il gruppo il sindaco «Luciano Di Lorito ha snobbato la questione nel consiglio comunale del 28 agosto scorso lasciando l’aula per motivi personali e glissando sui temi posti in discussione all’ordine del giorno».
«Il primo cittadino», ha sottolineato Rino Controguerra di Prima Spoltore, «nel corso delle battute iniziali del Consiglio comunale aperto, pronunciate alcune semplici frasi di circostanza, abbandonava l’assemblea per impegni personali assunti nei mesi precedenti. Snobbava di fatto, con tale atteggiamento, la funzione istituzionale del consiglio stesso, dimostrando irresponsabilità nei confronti dei tanti cittadini presenti, ed altrettanti che seguivano il Consiglio via web. Evidentemente considerava con sufficienza e poco importanti gli argomenti all’ordine del giorno, (si ricorda, che il consiglio comunale aperto, come da regolamento vigente, viene convocato sentito ed in accordo con il sindaco, quindi si deduce in base alla sua disponibilità; pertanto non ci sono scusanti di sorta da accampare); infatti, rilasciava e rilascia dichiarazioni molto vaghe senza definire una precisa posizione politica in merito alle problematiche Arca».
Così come fanno riflettere, sempre secondo il gruppo, le dichiarazioni rilasciate dall’assessore all’Urbanistica Lorenzo Mancini che giorni fa ha dichiarato che l’accordo Comune- Arca andrà avanti stigmatizzando l’operato dei 5 anni precedenti di amministrazione.
Per il gruppo Prima Spoltore, «Mancini dimostra di non conoscere le questioni delicate e pendenti e di avere una sua personale interpretazione collegata alle sentenze del Tar in merito a specifici argomenti, inerenti l'Arca. Infatti in modo superficiale ed azzardato riteneva e ritiene colpevolizzare l’amministrazione precedente, l’unica in questi anni ad impegnarsi nel cercare di sanare il sanabile possibile».
Nel 2001 a seguito di un accordo di programma tra Arca e Comune è stata firmata una convenzione che prevedeva inizialmente la realizzazione (a carico dell’azienda) di opere pubbliche, in particolare alcune aree verdi e un campo sportivo. Nel 2007 l’ex sindaco Donato Renzetti in piena campagna elettorale e poco prima delle elezioni comunali ha aperto il cantiere per realizzare il nuovo impianto sportivo salvo poi chiuderlo alla fine di maggio del 2007. L’accordo Arca-Comune sarebbe stato poi successivamente modificato con nuova delibera.