FONDI PUBBLICI

Contributi regionali asili, Di Bonaventura (Pd): «perché Tortoreto non ha fatto domanda?»

Il rappresentante Pd chiede spiegazioni al sindaco Generoso Monti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1188

Contributi regionali asili, Di Bonaventura (Pd): «perché Tortoreto non ha fatto domanda?»
TORTORETO. Non c’è sulla lista dei “prescelti”. Non figura neppure su quella degli esclusi. La città di Tortoreto non ha fatto richiesta per ottenere il contributo regionale a favore del sistema dei servizi educativi per la prima infanzia.

A sottolinearlo è il portavoce del Gruppo consiliare del Pd Tortoreto, Mauro Di Bonaventura che si dice sorpreso per questa scelta.
«Perché la nostra amministrazione non ha aderito? Quali sono state le motivazioni politiche che ci hanno fatto sfuggire di mano fondi necessari al miglioramento (come riportato dal bando) dell’asilo stesso?».
Domande cui si somma il timore che l’amministrazione reperirà fondi aumentando, «come ha già fatto con Imu, addizionale comunale, buoni pasto, scuolabus e magari aumentando le tariffe dei vari servizi individuali».
«Questa figuraccia costa caro in termini di aiuto alle famiglie», ha rincarato Di Bonavenutra, «soprattutto in un momento di notevole riduzione delle risorse destinate al welfare che la destra regionale sta operando; e non si fa nulla per cogliere le poche opportunità che incidono in modo positivo sulla vita delle persone e delle famiglie».
Il contributo “Interventi a favore del sistema dei servizi educativi per la prima infanzia” prevede lo stanziamento da parte della Regione Abruzzo di 1,4 mln di euro destinati ad incrementare i posti presso i servizi educativi per la prima infanzia e sostenere le spese di gestione dei servizi educativi e per attrezzature.
Su 50 istanze pervenute solo 37 Comuni della Regione Abruzzo hanno ottenuto l’aiuto.
Restano fuori dal finanziamento 13 Comuni a causa di errori nella formulazione delle domande di accesso ai contributi.