AMMINISTRATIVE 2012

Elezioni Montesilvano. Maragno sta con Musa. Fli punta su Di Mattia

Se vince il centrosinistra anche i ‘Grillini’ entrano in Consiglio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4190

Foto: Adamo Di Loreto

Foto: Adamo Di Loreto

MONTESILVANO. Gli accordi sono fatti. Maragno firma l’apparentamento con Musa ma senza Fli che va da Di Mattia.

La candidata del Pdl potrà contare sul sostegno di due liste del Polo dell'alternativa di Francesco Maragno, ovvero Democrazia e libertà e Api.
«È stata una scelta di campo», spiega Maragno, «nata dopo un lungo e serrato confronto con il candidato del centrodestra. Abbiamo scelto per il bene di Montesilvano, sulla base di un programma di cose concrete che potranno essere realizzate in breve tempo. La decisione è arrivata dopo un incontro con i capolista che si è protratto a lungo: Abbiamo ascoltato le nostre liste e preso questa decisione che riteniamo la migliore per gli interessi della città».
Fli, invece, ha scelto di sostenere Di Mattia. Sostengono dunque il centrosinistra i consiglieri Oscaro Biferi (ex Udc) e Carlo Tereo De Landerset (ex Pdl ed ex assessore al Bilancio della prima giunta Cordoma). «Musa rappresenta la continuità di Cordoma», ha spiegato Gianni Teodoro, era inevitabile appoggiare Di Mattia. Anche Maragno la vedevà così adesso ha cambiato idea».
Soddisfatto il consigliere regionale dell’Idv Carlo Costantini: «se Di Mattia avesse rifiutato tutte le proposte di "apparentamento", con la sua vittoria avrebbe spianato la strada all'ingresso in Consiglio Comunale ai due generi del noto costruttore di Montesilvano che da anni ne condiziona l'attività politico/amministrativa, sbarrandola al candidato dei "grillini". Apparentandosi anche lui Attilio ha, invece, già ottenuto un primo
risultato: quello di sostituire uno dei consiglieri costruttori-dipendenti con il candidato dei "grillini"».
Per Costantini, inoltre, l'apparentamento con Fli non nasce dal caso ma «da un progetto politico regionale di collaborazione con il terzo polo, che ci ha già regalato la vittoria al primo turno nella città di Spoltore, con il neo eletto sindaco IdV Luciano Di Lorito».
Nessun apparentamento, invece, per il Movimento 5 stelle e Rifondazione comunista che hanno scelto di non trattare con nessuno. Il primo, così come da indicazioni di Beppe Grillo non accetta il dialogo in vista del ballottaggio. Per la seconda «qualsiasi sarà il vincitore tra Musa e Di Mattia non ci sarà alcuna discontinuità con il passato».