POLITICA

Pianella, scontro nella minoranza

Il consigliere Filippone insorge: «attacchi del Pdl-Udc contro la mia persona»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2593

Pianella, scontro nella minoranza
PIANELLA. Due mozioni passate all’unanimità bastano per scatenare un acceso scontro politico.

I protagonisti sono due: il Pdl-Udc di Pianella ed il gruppo consiliare “Rinasce Pianella” che fa capo al consigliere Gianni Filippone. Il pomo della discordia è il comunicato seguito alla seduta del Consiglio Comunale del 28 marzo 2012, nella quale le due mozioni presentate dal gruppo di minoranza Pdl-Udc (la gara per il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti e l’interdizione dell’accesso veicoli nell’area scolastica) hanno incassato l’unanimità dei consensi.
Nell’esprimere soddisfazione in una nota congiunta, gli esponenti del Pdl-Udc al Comune di Pianella, Sandro Marinelli, Romeo Aramini ed Antonio Berardinucci si sono lanciati in accuse velate contro «coloro che intendono svolgere il ruolo di consiglieri comunali solo per visibilità personale mediante lettere e volantini, ma senza essere in grado di articolare mai una proposta sensata o assumere posizioni politiche coerenti con i proclami pubblici».
I tre consiglieri, inoltre, hanno ricordato che la gara per il servizio rifiuti potrebbe portare un risparmio al Comune stimato intorno ai 300.000 euro annui ed un incremento percentuale di raccolta differenziata.
Queste parole sono state interpretate da Gianni Filippone capogruppo di “Rinasce Pianella” come un attacco personale. Il consigliere, infatti, ha dichiarato che i membri «del “Fantomatico” gruppo Pdl-Udc nel 2010 abbandonarono il gruppo Consigliare di minoranza “Rinasce Pianella”, legalmente eletto, per costituire il nuovo gruppo di cui fanno parte, ingannando non solo tutti i candidati che avevano creduto in un vera lista civica, ma anche gli elettori che votarono fiduciosi la lista di “Rinasce Pianella” che si qualificava non di partito. I suddetti tre consiglieri siedono nei banchi dell’opposizione grazie anche ai voti riportati da tutti i candidati della lista civica “Rinasce Pianella” tra i quali il sottoscritto, che è stato il più votato della lista con 362 voti e il 17,53 %».
Il gruppo Pdl-Udc non è stato mai votato dagli elettori pianellesi, secondo Filippone, in quanto, nelle elezioni comunali del 2008, sulla scheda elettorale non c’era nessuna lista denominata in questo modo.
Filippone, poi, ha espresso dubbi sul risparmio di 300.000 euro (relativo al bando rifiuti) sventolato dal gruppo.
«Mi piacerebbe sapere», ha detto,«come hanno fatto a stimare un risparmio di 300.000 euro, (precisato nel comunicato stampa) prima ancora di aver deciso il bando stesso, senza conoscere ovviamente quante ditte risponderanno e quali offerte di prezzi faranno. Per quale motivo, poi, i tre attaccano e criticano sempre il sottoscritto, consigliere di opposizione, e quasi mai con lo stesso tono offensivo, il sindaco D’Ambrosio e i Consiglieri di maggioranza, viste le ultime vicende giudiziarie? Perché non sono ancora intervenuti con un comunicato stampa sulla vicenda dei debiti e dell’ingiunzione, per oltre due milioni di euro, promossa da Ambiente S.p.a.? Quale vantaggio ha portato al gruppo di opposizione la manovra, messa in atto nel 2009, in Consiglio Comunale con l’appoggio di alcuni Consiglieri della maggioranza, per estromettermi da tutte le Commissioni consigliari e in particolare da quella edilizia? E perché non si sono mai pronunciati chiaramente contro sull’insediamento della So.Ca.Pi?».
Il consigliere ha anche ricordato le iniziative messe in atto nel suo ruolo di opposizione-controllore in coerenza con il mandato ricevuto dagli elettori attraverso il puntuale controllo sui bilanci, sulle delibere e le decisioni assunte dalla maggioranza; con richieste di documenti ottenute spesso con l’intervento dei Carabinieri; con interpellanze, mozioni e relazioni scritte; con segnalazioni sui veri problemi dei cittadini del capoluogo e delle frazioni; con denunce alle autorità competenti sulle irregolarità e gli abusi; con volantini, manifesti e comunicati stampa allo scopo di informare puntualmente i cittadini sulle vicende amministrative; con la promozione e il sostegno concreto ai Comitati Civici costituiti dai cittadini di Pianella per contrastare alcune dell’attuale amministrazione (SO.CA.PI. - ASL S. Lucia - Palazzo De Caro) attraverso petizioni e raccolte di firme; infine anche con la conferenza sui trasporti nel 2011 per attivare il “Biglietto Unico” insieme con Moscufo e, nel 2009, con il convegno sui temi ambientali per la difesa del territorio contro la “Discarica emergenziale” e l’insediamento della SO.CA.PI.