VERSO LE AMMINISTRATIVE

Ortona, operatori turistici ai candidati sindaci: «quale futuro per i Ripari di Giobbe?»

Chiesto l’inserimento della Riserva nel Parco Nazionale della Costa Teatina

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2733

Ortona, operatori turistici ai candidati sindaci: «quale futuro per i Ripari di Giobbe?»
ORTONA. «Quale sarà il futuro per i Ripari di Giobbe?»

Lo hanno chiesto gli operatori turistici e titolari di Bed and Breakfast in una lettera aperta ai candidati sindaci di Ortona.
L’area uno dei posti più caratteristici del litorale ortonese, andrebbe valorizzata con un vero e proprio percorso produttivo secondo gli imprenditori locali.
E’ per questo che hanno organizzato un incontro il 29 aprile dalle ore 17.00 prossimo per fare il punto della situazione e raccogliere adesioni e richieste da presentare al futuro sindaco.
I titolari delle attività turistiche chiedono in particolare di poter fruire della spiaggia libera Ripari di Giobbe, della strada comunale omonima e di inserire la Riserva Regionale nel Parco Nazionale della Costa Teatina, di futura realizzazione affinché tale parte di territorio molto fragile per frane e dissesti idrogeologici , non subisca più cementificazioni.
Da tempo gli operatori sono impegnati in prima linea per il ripristino dell’intero percorso della strada panoramica dei Ripari di Giobbe, che dal Castello Aragonese raggiunge Torre Mucchia, proponendo, insieme al “Wwf  Zona Frentana e Costa Teatina” e ai vari comitati di cittadini, la realizzazione di un percorso panoramico, naturalistico, culturale e di attrattiva turistica  la cui gestione potrebbe essere affidata a privati attraverso forme cooperative od altro.
«In altre parole», hanno detto, « la strada comunale  in questione potrebbe diventare un percorso produttivo ed offrire ai cittadini di Ortona e di tutto l’Abruzzo, nonché ai turisti, opportunità nuove per il miglioramento della  qualità del proprio tempo libero, del proprio svago e della propria vacanza».