AMMINISTRATIVE 2012

M5S Ortona sul camper di Beppe Grillo:«alzate il culo dalla Tv»

I giovani del partito hanno intervistato il loro leader

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3817

M5S Ortona sul camper di Beppe Grillo:«alzate il culo dalla Tv»
ORTONA. Se Beppe Grillo non va da Il Movimento 5 Stelle di Ortona, Il Movimento 5 Stelle di Ortona va da Grillo.

Così i grillini che concorrono per le prossime amministrative di maggio ad Ortona sono partiti alla volta di Montesilvano per incontrare il loro leader nazionale che si trovava lì per un evento.
Ne è uscita fuori un’intervista-chiacchierata semplice e diretta. Capello brizzolato e arruffato Beppe Grillo ha accolto sul suo camper il candidato sindaco del movimento di Ortona, Mattia Potenza (25 anni e nessuna esperienza politica).

«ALZATE IL CULO DALLA TV»

Grillo ha subito rivolto il suo invito “colorito” invitando tutti i cittadini ad alzare il culo dalla Tv e a guardarsi intorno, partecipare ed informarsi «perché un’alternativa c’è e si chiama Movimento a 5 Stelle». Il partito non vive nei palazzi del potere anche se il suo leader ha pronosticato una presenza, presto, in Parlamento di 40 o 50 grillini.
Grillo ha poi ricordato i capisaldi del suo movimento che vive nelle piazze, sui marciapiedi ed in Rete, mira alla trasparenza,a bilanci partecipativi, referenda consultivi ed al coinvolgimento degli elettori in tutti i processi decisionali.
Anche se i giovani candidati di Ortona parlano di dati scoraggianti (su 22 mila votanti, l’anno scorso, la maggior parte si è astenuta e per le prossime elezioni si stima un’affluenza alle urne di novemila persone), Grillo invita i suoi a tener duro.

«LA DIARREA PD PDL»
Sui due partiti Pd e Pdl che hanno regnato sovrani per tutti questi anni Grillo non spende buone parole.
«Queste forze politiche si fondo, mescolano è una diarrea», ha detto,«prima non c’era alternativa ora se invece i cittadini sanno che ci sono bilanci partecipativi, trasparenza, referenda, se sanno che le cose possono cambiare ci daranno il voto».
Infine il leader esalta i giovani inesperti della politica che grazie alla loro giovinezza non sanno rubare, truccare bilanci e costituiscono il futuro.
«Io son stufo di vedere settantenni con le prostate gonfie che hanno il futuro di un’ora e mezza», conclude, «la gente può scegliere: o un saltino nel buio o un suicidio assistito con gli altri».

A SPOLTORE SI VA AVANTI…
Prosegue intanto la campagna del Movimento 5 Stelle anche a Spoltore capitanata da Carlo Spatola Mayo che esorta i cittadini a votare per riprendersi lo stato e le istituzioni.
«Solo così», ha detto, «si potrà evitare ciò che è successo a Spoltore nella scorsa consiliatura: che un’amministrazione comunale viene votata ed eletta, ma poi si smembra e si ricompone secondo strategie imperscrutabili per i cittadini elettori così come è stata pizzicata con le mani nella marmellata di affari poco chiari e decapitata da inchieste giudiziarie».
Il Movimento spoltorese, poi, ha ribadito il principio cardine del proprio programma di governo “Rapporto tra istituzione e cittadini: partecipazione e trasparenza” che mira a ridurre gli stipendi, ad accettare un limite massimo di due mandati alla propria azione amministrativa, a garanzia della necessaria permeabilità e di un sano ricambio ai vertici della cosa pubblica, la democrazia diretta (nel senso di consultare i cittadini direttamente su tematiche di particolare rilevanza) e il bilancio partecipato (nel senso che alla cittadinanza viene chiesto di esprimersi sulle scelte economiche del Comune).