VERSO LE AMMINISTRATIVE

Amministrative L’Aquila, Pezzopane: «Chiodi inquina la campagna elettorale»

«Si dimetta da commissario alla ricostruzione»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3455

Stefania Pezzopane

Stefania Pezzopane

L’AQUILA. La responsabile nazionale per la ricostruzione del Pd, Stefania Pezzopane, all’indomani della decisone di Chiodi di intervenire nella competizione elettorale, sbotta.

Nei giorni scorsi il governatore e commissario alla ricostruzione post sisma è «sceso a gamba tesa» (così dice Pezzopane), nelle elezioni comunali, sostenendo ben due candidati sindaci. Uno è Giorgio De Matteis, il suo vero uomo, l’altro Properzi, quello che il Pdl nazionale ha imposto.
Nella conferenza stampa di sabato, fatta con il candidato Pierluigi Properzi, Chiodi ha ammesso di essere un «uomo di partito», di aver lavorato per fare una coalizione più grande, sulla qual cosa ha tragicamente fallito, e di voler fare di tutto per far vincere il centro destra.
«È del tutto evidente», sostiene adesso Pezzopane, «che il presidente della Regione è totalmente incompatibile con la carica di Commissario per la Ricostruzione. Egli infatti non è mai stato, e ancor più ora, super partes. La sua incompatibilità si è rivelata già in molti episodi che abbiamo per tempo e puntualmente denunciato, ma adesso la misura è veramente colma. Il Governo Berlusconi aveva inopinatamente avallato ogni azione di Chiodi rendendosi artefice e complice dello stallo della ricostruzione. Il nuovo Governo ha immediatamente intuito le problematiche della struttura commissariale e gli errori gravissimi della governance, tant’è che era prevista già la fine del commissariamento. Chiodi ha però preteso di rimanere Commissario fino a alle elezioni comunali. Se qualcuno avesse dubbi sul perché abbia preteso di rimanere, ora è chiaro».
Per Pezzopane Chiodi «continuerà a fare con ancora più determinazione e crudeltà il nemico giurato dell’amministrazione comunale per favorire i suoi candidati».

Ogni suo gesto, ogni sua decisione, ogni sua presa di posizione, secondo l’esponente del Pd, «è inquinata da questa sua “discesa in campo” che è evidentemente incompatibile con l’imparzialità e il distacco che un Commissario per la Ricostruzione dovrebbe avere in una competizione elettorale».
Pezzopane si chiede: «come possiamo considerare leali ed oneste le sue posizioni sull’attività dell’Amministrazione comunale, quando sappiamo che ogni suo gesto ed ogni sua azione, per sua stessa missione, saranno tesi a far vincere il suo candidato? E quale dei due? Quello del cuore, De Matteis, o quello della mente, Properzi?».
L’esponente del Partito Democratiche sostiene Gianni Chiodi farebbe bene a dimettersi «immediatamente» da Commissario per la Ricostruzione. «Da qui alle elezioni amministrative, gli aquilani sapranno con evidenza il gioco che da tempo sta facendo. Bloccare L’Aquila e l’attività amministrativa per giustificare un governo cittadino da lui ispirato».