AMMINISTRATIVE 2012

Il popolo di Montesilvano si schiera con Maragno

Rc: «Di Mattia dica addio agli indagati»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2108

Il popolo di Montesilvano si schiera con Maragno
MONTESILVANO. La lista civica, guidata da Lorenzo Silli, ha sposato il programma amministrativo di Maragno.

Il candidato sindaco aveva già il sostegno di Fli, Movimento per le Autonomie, Mpa, l’Alleanza per l’Italia, Api, Partito Repubblicano Italiano, Pri, e la lista civica Democrazia e libertà.
«Crediamo sia necessario voltare pagina a Montesilvano, abbiamo sostenuto sempre il rinnovamento», dice Silli. «Crediamo nella politica per il cittadino e non nella politica per gli interessi personali. Per questo motivo abbiamo deciso di sostenere Francesco Maragno, che ha fatto del rinnovamento la sua bandiera».
«Ambiente, sicurezza, e attenzione al sociale sono i punti cardine della nostra azione politica e su questi abbiamo trovato una piena convergenza con Maragno», ha aggiunto Lorenzo Silli, «credo in questa città perché penso ai miei figli. Quindi per loro voglio il meglio. E' triste pensare a Montesilvano come ad una città non sicura ed è questo che vogliamo cambiare insieme. C'è troppo divario – ha dichiarato ancora Silli – tra le scelte di Palazzo di città e quello che succede davvero in strada, perché ciò che manca è la comunicazione con i montesilvanesi».
«Sono onorato di accogliere questi ragazzi e il loro entusiasmo- ha dichiarato il candidato sindaco del Polo dell'Alternativa – perché da sempre sostengo la necessità di una politica vicina al territorio e ai cittadini, quella che Lorenzo Silli e gli uomini di questa lista mettono in atto da tempo».
«Con il loro ingresso nella coalizione – ha sottolineato ancora Francesco Maragno – il nostro progetto compie un deciso passo in avanti. Siamo fortemente fiduciosi e convinti che il fronte delle liste che ci sosterranno nella competizione elettorale di maggio si allargherà ulteriormente».
«Il Polo dell'Alternativa – ha continuato Maragno - non è solo il nome di una coalizione, ma rappresenta davvero una novità nella politica della nostra città. Rappresenta lo scambio diretto e l'interazione con i cittadini. Il nostro biglietto da visita – ha proseguito il candidato – è il rispetto delle regole. E' finito il tempo dei professionisti della politica, io e la mia coalizione vogliamo fare politica in modo responsabile, partendo da un programma che è tutt'altro che un libro dei sogni”. “Per noi, ha concluso il candidato- vincere le elezioni, significa avere la possibilità di fare politica per 5 anni senza condizionamenti di alcun genere».
Maragno e Silli hanno poi annunciato che nella lista del Popolo di Montesilvano si schiererà anche il pugile Lorenzo Di Giacomo che il prossimo 31 marzo sarà protagonista di un incontro di rilevanza internazionale a Kiel in Germania.

 «DI MATTIA DICA ADDIO AGLI INDAGATI»
«Se Di Mattia vuole veramente escludere gli indagati da tutte le liste della coalizione che lo sostiene, come ha detto in una intervista allora bisognerebbe escludere Francesco Di Pasquale, Gianni Bratti, Andrea Diodoro, Evenio Girosante», commenta Marco Fars, segretario regionale di Rifondazione Comunista.  «Se così fosse ci aspettiamo un impegno concreto nero su bianco in tal senso e non semplicemente una dichiarazione di una riga a mezzo stampa. Per noi la questione delle liste pulite è imprescindibile per dare un segno di vero cambiamento».
Secondo Fars il rischio è quello di un  «rinnovamento di facciata riconsegnando il comune ai soliti noti, politicamente responsabili dell'intreccio perverso affari-politica che ha contraddistinto la città».