AMMINISTRATIVE 2012

Montesilvano, 7 in corsa nel centrodestra. Forza Nuova: «politici che puzzano di cadavere»

Attesa per la candidatura del consigliere Pdl Ottavio De Martinis

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3738

Montesilvano, 7 in corsa nel centrodestra. Forza Nuova: «politici che puzzano di cadavere»
MONTESILVANO. Nell’ordine del giorno di convocazione del Consiglio Comunale in programma per oggi al punto quattro è prevista l’approvazione del piano localizzazione chioschi a posto fisso su aree pubbliche.

Dei 27 probabili chioschi, 5 sono stati già bocciati dall’Agenzia delle Dogane e beni ambientali tra cui una libreria, una bigiotteria, un abbigliamento mare e 6 non hanno ancora il parere definitivo. Rimangono solo paninoteche, fritterie, bar.
Il consigliere Gabriele Di Stefano torna a chiedere il ritiro della delibera in questione «vista l’incompletezza delle procedure, la non urgenza e soprattutto l’inutilità del piano».
Per il consigliere l’eventuale approvazione non risolverebbe le problematiche degli ambulanti «che hanno fra le proprie caratteristiche quello di potersi spostare liberamente e creerebbero sicuramente una inflazione di licenze che metterebbero in difficoltà gli attuali ambulanti già in crisi per l’attuale situazione economica».
E la città in queste ore è in fermento per la campagna elettorale. In casa Pdl si vive un vero e proprio dramma. Oggi il consigliere comunale Ottavio De Martinis, (sempre Pdl) dovrebbe ufficializzare la propria candidatura a sindaco che andrebbe a sommarsi, nell’area del centrodestra, a quella di Manola Musa (spinta da Sospiri) Ernesto De Vincentiis (Montesilvano in discussione, area Pdl), Francesco Maragno (Fli, Movimento per le Autonomie, Mpa, l’Alleanza per l’Italia, Api, Partito Repubblicano Italiano, Pri, e la lista civica Democrazia e libertà, Popolo di Montesilvano).
Su De Martinis l’idea è nata proprio per il continuo tira e molla delle ultime settimane. Come scrive su Facebook, il consigliere è «estremamente deluso, oltre che infinitamente incazzato, per l'interminabile tira e molla tra partiti, liste e listarelle..... medito con gli amici una sana scesa in campo!!!!!!»
Pasquale Cordoma vuole provare il bis e se il suo partito non lo vuole è pronto a correre anche da solo (con l’appoggio delle liste civiche Lega Sud Ausonia, La Formica, Lista del Grillo parlante – No Euro, Gioventù Montesilvanese, Officina delle idee per Montesilvano).  Sempre in area centrodestra c’è anche Gianluca Milillo (Lega Nord Abruzzo). Per il centrosinistra Attilio Di Mattia sta lavorando ormai da settimane, dopo la promozione alle primarie. Per Forza Nuova c’è invece Marco Forconi che non risparmia critiche agli avversari: «nessuno, da destra a sinistra, sembra rendersi conto di quello che accade all'interno del territorio comunale, troppo impegnati in congressi, primarie e tavoli da prima Repubblica per alzare lo sguardo e scorgere il disastro sociale, irrefrenabile ed in crescita. Diciamo le cose come stanno, senza mezzi termini e senza nascondersi dietro un dito: centrodestra e centrosinistra non vogliono nessun rinnovamento ed il rischio di un'elevata percentuale di astenuti, di cui nessuno parla, si fa sempre più strada».
Per Forconi «non servono a nulla lauree e dottorati ed a Montesilvano non servono sindaci da cattedra e generali da tavolino bensì soldati e condottieri che vivano la strada, con i suoi aspetti positivi e negativi. Dispiace tutta questa attenzione dei media su corpi politici che puzzano di cadavere mentre poco o nulla viene speso per tutta l'attività che è stata svolta dal sottoscritto e dal proprio movimento dal 2007 ad oggi. Correremo da soli, contro tutto e contro tutti, perchè questa è l'unica scelta naturale da adottare e perchè questa decisione è maturata non nei salotti buoni o in tavoli romani ma dopo aver ascoltato con estrema attenzione l'opinione popolare».