AMMINISTRATIVE 2012

San Salvo, in 4 per la poltrona di sindaco

Il più giovane è Travaglini, Mariotti il più ‘esperto’

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1449

San Salvo, in 4 per la poltrona di sindaco
SAN SALVO. Tiziana Magnacca corre per il centrodestra, Fabio Travaglini per il Terzo Polo. Poi ci sono l’ex assessore comunale Domenico Di Stefano (incoronato dalle primarie) e l’ex sindaco Arnaldo Mariotti per il Pd.

Per Magnacca non è il primo tentativo: 38 anni, avvocato, ci ha già provato nel 2007 con la lista civica Insieme per San salvo (ed è stata eletta consigliere comunale d’opposizione) e alle provinciali del 2009 (non è stata eletta). «Ho scelto di aderire a liste civiche», spiega, «perché credo che quando si tratti di amministrare il proprio territorio non sono importanti le bandiere. Non sono un politico di mestiere», ammette, «ma la politica è la mia passione».
Travaglini, invece, è il candidato più giovane: appena 24 anni per il segretario cittadino dell’Udc. A febbraio scorso per lanciare la sua candidatura è arrivato a San Salvo anche Pier Ferdinando Casini.
Domenico Di Stefano è invece il candidato del ‘nuovo centrosinistra’ appoggiato da San Salvo Democratica, Psi, Sel e Idv. 40 anni, professione impiegato è stato assessore a San Salvo. Alle primarie Di Stefano ha raccolto 1221 preferenze e ha battuto Antonio Cilli dell’Idv (868) e Giovanni Mariotti di Sel (521).
Poi c’è Arnaldo Mariotti, 65 anni, ex sindaco ed ex deputato. La candidatura dell’ex sindaco è stata benedetta anche da Massimo D’Alema, arrivato in città a fine febbraio. «A Mariotti», ha detto, «voglio dare un consiglio: sia l'uomo dell'unità perché alla fine tra i due tronconi di un centrosinistra diviso la riunione ci sarà».