POLITICA

Rete metano, Di Mattia. «necessaria estensione della rete in tutta Montesilvano»

Il candidato sindaco raccoglie la segnalazione di alcuni cittadini

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1834

Rete metano, Di Mattia. «necessaria estensione della rete in tutta Montesilvano»
MONTESILVANO. Circa duecento famiglie oggi vivono ancora con l’incubo della bolletta del gas.

Sono i residenti di alcune zone di Montesilvano, tra cui via Colle di Andromeda, via Spagnuolo, via Poggio Imperiale al Colle, costretti a ricorrere ai bomboloni del gpl perché la rete metanifera è assente.
«Girando per la città nelle ultime settimane, mi sono accorto che il problema è davvero molto sentito perché pesa tantissimo sui bilanci finanziari familiari», racconta Attilio Di Mattia, candidato del centrosinistra alle amministrative del 6 e 7 maggio: «il gpl ha un costo di 3,80 euro a metro cubo, più di tre volte tanto rispetto al gas. Una cifra esorbitante che costringe le famiglie a fare enormi sforzi economici, soprattutto in un momento di crisi come quello stiamo attraversando»..
Per limitare le spese i residenti delle zone dove manca il servizio si barcamenano cercando di accendere i riscaldamenti il meno possibile in modo da consumare qualche metro cubo in meno. «Una situazione che è ormai diventata insostenibile e che la prossima amministrazione di centrosinistra cercherà di risolvere in tempi rapidi», ha assicurato Di Mattia, prevedendo già la vittoria. «Il contratto con l’Italgas, l’attuale proprietaria della rete metanifera, cesserà tra qualche mese, una scadenza che sarà prioritaria per il nuovo governo cittadino».
«La gestione e la manutenzione costante dei bomboloni rappresenta una voce importante e gravosa per i precari bilanci familiari, una voce che va assolutamente cancellata», continua ancora il candidato del centrodestra. «Un disagio che deve essere risolto con un progetto concreto che preveda l’estensione della rete metanifera in tutte le zone ancora scoperte della città. Un progetto che sarà vagliato appena subito dopo le prossime elezioni amministrative».