RISPARMIO PUBBLICO

Arriva la sforbiciata su consiglieri e assessori comunali

La norma obbligatoria varata per operare un risparmio per le casse pubbliche

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

18721

Arriva la sforbiciata su consiglieri e assessori comunali
CHIETI. Meno consiglieri e assessori comunali più risparmio per le casse.

Lo stabilisce il decreto legge 13 agosto 2011 numero 138 convertito dalla legge 14 settembre 2011 numero 148 ) che prevede la riduzione del numero degli amministratori per i Comuni fino a 10.000 abitanti. La Prefettura di Chieti rinfresca la memoria a sindaci ed amministratori con una circolare in vista delle elezioni amministrative.
«I consigli comunali e provinciali», recita la circolare, «debbono adeguare gli statuti alle leggi suddette entro 120 giorni dalla data di entrata in vigore».
Il decreto legge numero 138 del 13 agosto 2011 poi convertito in legge prevede proprio misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e fare cassa. Tra le novità più importanti la legge prevede per i Comuni fino a 1000 abitanti la sola presenza dei consiglieri. Sono esclusi invece gli assessori le cui competenze restano in mano al sindaco ed è prevista la figura del vice sindaco che dovrà essere nominato dai consiglieri eletti.
Per i Comuni con popolazione superiore ai 10.000 abitanti, invece, continua ad applicarsi a decorrere dal 2011 e per tutti gli anni a seguire la riduzione del 20 % di consiglieri comunali e provinciali ai singoli enti.
La composizione dei Comuni a partire dal 2012 risulta così modificata: per i Comuni fino a 10.000 abitanti si passa dai 6 assessori (per gli Enti da 3001 a 10. 000 abitanti) a 4 assessori a decorrere dal 2011, mentre a partire dal 2012 per i Comuni da 5.000 a 10.000 abitanti si avranno 4 assessori per le realtà da 3000 a 5000 abitanti soltanto 3. Per una popolazione inferiore a 3000 abitanti prima c’erano 4 assessori, dal 2011 passano a 3, infine dal 2012 per i Comuni da 1000 a 3000 abitanti (2 assessori) e per gli Enti fino a1000 abitanti, zero assessori.
Per quanto riguarda la composizione dei consigli comunali, infine, si passa dai 16 consiglieri (per i Comuni da 3000 a 10.000 abitanti) ai 12 nel 2011. Mentre nel 2012 per i Comuni da 5000 a 10.000 abitanti (10 consiglieri) e per quelli da 3000 a 5000 abitanti, 7.
Per i Comuni con popolazione inferiore ai 3000 abitanti, infine si passa dai 9 consiglieri nel 2011 ai 6 nel 2012 (per i Comuni da 1000 a 3000) ai 6 per gli Enti fino a 1000 cittadini.