GIULIANOVA

Piano via Cupa, Progresso Giuliese domanda. «Dubbi irrisolti»

L’associazione chiede chiarimenti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2372

 Piano via Cupa, Progresso Giuliese domanda. «Dubbi irrisolti»
GIULIANOVA. Dubbi e perplessità nella seduta di Consiglio. Progresso Giuliese tira il freno sul piano di lottizzazione in via Cupa, a Giulianova e punta sul potenziamento della zona artigianale, industriale e commerciale già esistente a Colleranesco.

 Sul tavolo dell’assise civica, tante domande ( alcune rimaste inevase) e dubbi sulla convenzione. Richiesto l’invio degli atti alla Corte dei Conti.
Le intenzioni di Progresso Giuliese sono chiare. L’associazione vuole valorizzare le strutture esistenti ed abbandonate a Colleranesco ed accantonare il piano di lottizzazione che riguarda un'area pianeggiante in via Cupa (Giulianova Paese) di 116.760 mq divisa in 5 lotti.
Un lotto dedicato all'Arpa di 18.000 mq, un lotto per il Comune di 7.300 mq, per il campo di calcio di 27.522 e il restante per il proprietario dei terreni, (precisamente un'area di 70.714 mq che da terreni agricoli sarà trasformata in insediamenti industriali, artigianali e commerciali. Il progetto è in variante al PRG adottato a luglio del 2007 e, secondo Progresso Giuliese, «non è conforme al piano territoriale provinciale, come risulta nella delibera oggetto di votazione in consiglio».
Per valutare i benefici dell’operazione ed i vantaggi pubblici e privati che ne derivano, l’associazione ha presentato in Consiglio una carrellata di domande chiedendo qual fosse il valore di plusvalenza dei terreni una volta trasformati da agricoli a commerciali, (valore non indicato in convenzione). «L'Amministrazione non ha dato alcuna risposta», dice l’associazione, «secondo noi un terreno agricolo vale circa 10 euro mq, trasformato in un terreno commerciale in zona di pregio può avere anche un valore di 100 euro mq. Quindi un valore di 707.000,00 euro, con una variante può arrivare addirittura a 7.707.000 euro».
Poi Progresso Giuliese «sostiene che l'Arpa paghi il terreno di 18.000 mq (per un importo di 414.000 mila euro) al proprietario dell'area che li gira al Comune di Giulianova per la realizzazione del campo di calcio».
Per questi motivi l’associazione chiede al Comune di inviare tutti gli atti alla Corte dei Conti e fa sapere che inoltrerà tutta la documentazione relativa all'accordo agli organi preposti.